rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Termini Imerese

Fiume di fango su Termini Imerese, avviato l'iter per mettere in sicurezza il Torto e il Barratina

Ad annunciarlo è la Regione. Il presidente Nello Musumeci: "A breve sarà possibile indire la gara per redigere il progetto esecutivo e, subito dopo, affidare i lavori di pulizia e sistemazione di alvei e argini"

Poco più di due mesi dopo l'ultimo allagamento, che ha provocato notevoli danni e disagi a Termini Imerese, la Regione ha avviato l'iter per mettere in sicurezza i fiumi Torto e Barratina che attraversano il centro abitato del Comune. Il presidente Nello Musumeci ha inviato a tutte le strutture competenti dell'ente una lettera per mettere in moto la macchina e disposto un sopralluogo da parte dei tecnici per la progettazione. "Adesso - spiega il Governatore - stanno elaborando la documentazione necessaria da trasmettere alla Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico. A breve - continua - sarà dunque possibile indire la gara per redigere il progetto esecutivo e, subito dopo, quella per affidare i lavori di pulizia e sistemazione di alvei e argini. Provvederemo - aggiunge Musumeci - a stanziare anche le risorse necessarie, quantificate in circa quattro milioni di euro".

L’intervento rientra nel Piano disposto nel 2018 dal governo regionale per la pulitura dei corsi d’acqua suscettibili di esondazioni. Lo scorso 16 novembre a tracimare, a causa di un forte nubifragio, è stato il Barratina. Negozi e scantinati collocati in diverse zone di Termini sono stati invasi dall'acqua, diversi automobilisti rimasero in panne e bloccati nelle loro auto. E molte attività sono state letteralmente invase dal fiume di fango con danni alle strutture e ai macchinari. L'intervento della Regione servirà ad evitare che il problema si ripeta.
 
"Il presidente Musumeci - spiegano dall'ente - ha allertato l'Autorità di Bacino affinchè assicuri tutto il supporto utile finalizzato al conseguimento dei nulla osta e dei pareri necessari per l'approvazione del progetto, mentre ai dipartimenti regionali Tecnico, della Protezione civile, dell'Ambiente e dello Sviluppo rurale è stata sollecitata l'adozione di tutte le misure e provvedimenti di competenza finalizzati a un rapido rientro dallo stato di crisi determinato dai fenomeni alluvionali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiume di fango su Termini Imerese, avviato l'iter per mettere in sicurezza il Torto e il Barratina

PalermoToday è in caricamento