Comune

Ristrutturazione di Palazzo delle Aquile: scatta il conto alla rovescia per liberare gli uffici

Il trasloco dell'amministrazione e del Consiglio è previsto entro fine mese, ma "potrebbe concretizzarsi a metà febbraio". Le sedute si terranno fra Palazzo Belvedere e Palazzo Comitini, mentre i gruppi consiliari sono destinati a trasferirsi a Palazzo Jung. Tantillo: "Tutto dipende dall'effettiva disponibilità dei locali"

Conto alla rovescia per l'inizio della ristrutturazione di Palazzo delle Aquile. Lo scorso 15 dicembre è stato firmato il contratto con l'impresa che si è aggiudicata l'appalto da 8,5 milioni di euro e sono scattati i 45 giorni previsti dalla legge per la consegna dei lavori.

Entro fine mese gli uffici della sede principale dell'amministrazione e del Consiglio comunale dovranno essere liberati. Il termine è perentorio, anche se "il trasloco potrebbe concretizzarsi a metà febbraio". Così dice il presidente del Consiglio, Giulio Tantillo, secondo cui "tutto dipende dalla effettiva disponibilità dei locali comunali di Palazzo Jung".

Le opere - che nella prima fase interesseranno il piano interrato, il piano terra (dove si trovano l'aula Rostagno, la portineria, l'accesso laterale da via Santa Caterina, l'albo pretorio) e il rifugio antiaereo - costringeranno consiglieri e dipendenti a traslocare. I gruppi consiliari sono destinati al trasferimento in via Lincoln, a Palazzo Jung; mentre le sedute del Consiglio si terranno fra Palazzo Belvedere e Palazzo Comitini, sede della Città metropolitana. "L'ufficio di staff della presidenza non può che stare dove si svolgono i lavori del Consiglio, quindi fra Palazzo Belvedere e Palazzo Comitini. In queste due sedi si installeranno momentaneamente la presidenza e i due vicepresidenti del Consiglio", spiega Tantillo.   

I lavori di manutenzione straordinaria di Palazzo delle Aquile fanno parte di un accordo quadro firmato il 3 dicembre 2020 e verranno eseguiti "a tappe" sulla base di singoli progetti esecutivi. (uno per ciascuna delle fasi). Da contratto si dovranno completare entro 4 anni. I lavori iniziali avranno un costo di circa 700 mila euro e, secondo il cronoprogramma concordato con l'impresa, avranno una durata di un anno. Tutto avverrà sotto l'egida della soprintendenza dei Beni culturali.

Nel dettaglio, è previsto l'adeguamento di Palazzo delle Aquile alle normative vigenti in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, oltre alla conservazione degli elementi architettonici e decorativi. Il municipio sarà dotato di nuovi impianti tecnologici e servizi, verranno eliminati una serie di elementi che ne deturpano l'aspetto originario e saranno migliorati i percorsi di mobilità interna sia per l'abbattimento delle barriere architettoniche sia per la sicurezza delle vie di fuga in caso di emergenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione di Palazzo delle Aquile: scatta il conto alla rovescia per liberare gli uffici
PalermoToday è in caricamento