Cronaca

In undici mesi 192 interventi per restituire alla città la costa sud

E' l'obiettivo del progetto portato avanti dall'assessorato Pianificazione Urbana e Territoriale in collaborazione con la Reset e la Rap. I lavori hanno riguardato Arenella, Vergine Maria, Addaura, Roosvelt, Sferracavallo, Barcarello, Foro Umberto I, Bandita-via Messina Marine

La spiaggia di Vergine Maria - Foto archivio

Riqualificare la costa sud della città e riconsegnare ai palermitani chilometri di spiagge e scogliere balneabili. E' l'obiettivo del progetto portato avanti, da novembre 2014, dall'assessorato Pianificazione Urbana e Territoriale, Mare e Coste del Comune. Grazie al coordinamento con la Reset e la Rap, finora sono stati realizzati 192 interventi (soprattutto nel periodo estivo) . Sono stati 90 gli operai impiegati su un'area di oltre 130 mila metri quadri e che da giugno a settembre è fruita da centinaia di migliaia di persone.

I lavori hanno riguardato tutte le spiagge e scogliere balneabili ricadenti nel territorio comunale: Arenella, Vergine Maria, Addaura, Roosvelt, Sferracavallo (scivoli e scogliera), Barcarello, Foro Umberto I (spiaggia), Bandita-via Messina Marine. "Mentre sono in cantiere imponenti opere per restituire qualità alle acque del mare e restituirlo potenzialmente alla balneabilità – spiega l'assessore Gini - con questi interventi vogliamo restituire alla città l’antico rapporto visivo e percettivo con il mare e implementare la fruizione della costa".

A questi interventi generalizzati, vanno aggiunti quelli che riguardano in particolare la costa Sud: il progetto di “Rifunzionalizzazione dei fondali del porto della Bandita di Palermo” e quello relativo al porto di Sant'Erasmo. Per il primo, le opere consisteranno nella rimozione del materiale accumulato con un intervento di scavo della parte superficiale e di dragaggio dei fondali. Per il secondo, invece si prevede di realizzare, oltre la pulizia e bonifica, alcuni arredi e strutture per la fruizione pubblica con un'area giardino, un'area pavimentata ed un area a verde con installazioni scultoree-architettoniche nella ex porzione del piano di S.Erasmo a fianco del bastione settecentesco oggetto di interramenti successivi. Lungo la stessa area della Bandita è inoltre prevista la realizzazione di un'area verde attrezzata con giochi per bambini e la piantumazione di essenze tipiche. All'interno degli spazi comunali, in collaborazione con l’assessorato al Verde, è prevista la posa in opera di ulteriori elementi di arredo urbano (dissuasori, panchine, cestini) e la collocazione di fioriere.

"La costa palermitana può e deve diventare, anzi può e deve tornare a essere uno dei luoghi vissuti e usati dai cittadini e dai turisti”, commenta il sindaco Leoluca Orlando. "Per troppo tempo e ancora oggi questi luoghi sono stati abusati e violentati - aggiunge - come dimostrano non solo gli abbandoni di rifiuti ma anche quotidiani incivili comportamenti. Con i massicci interventi di pulizia avviati nell'ultimo anno, che certamente continueranno e che certamente hanno bisogno della collaborazione di tutti i cittadini, stiamo intervenendo per ridare forma, vivibilità e fruibilità ad una costa che è ricca di aree suggestive che possono essere nuovi spazi di incontro, gioco e socialità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In undici mesi 192 interventi per restituire alla città la costa sud

PalermoToday è in caricamento