rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Traffico / Uditore-Passo di Rigano / Viale della Regione Siciliana Nord Ovest, 3439

Viale Regione, si lavora al "cantiere della vergogna": "Finiremo entro giugno, unica incognita l'acciaio"

Gli operai della Mondello Costruzioni srl sono impegnati per mettere in sicurezza il canale Passo di Rigano nel tratto della circonvallazione, all'altezza di Lidl, chiuso da novembre 2020. La fine dell'intervento è prevista per il 22 giugno 2022. L'azienda: "Rispetteremo i tempi se arriveranno i materiali"

Nascosti dietro alla recinzione arancione tappezzata di adesivi con su scritto "vergogna", gli operai della Mondello Costruzioni srl sono al lavoro per restituire alla città il tratto di viale Regione Siciliana, all'altezza di Lidl, chiuso da novembre 2020. Nel cartello del Commissario di governo con tutte le informazioni sull'opera si legge che il cantiere va completato entro il 22 giugno 2022. Ed è una data che, a sentire l'azienda, potrà essere rispettata. Unica incognita? Le forniture d'acciaio, un po' a rilento a causa della guerra in Ucraina.

cartello lavori viale regione altezza lidl-2

Per poter riaprire al traffico, occorrerà mettere in sicurezza quel tratto di strada attraverso la demolizione e la ricostruzione della soletta di copertura del canale Passo di Rigano compreso il ripristino dell'alveo. "Contiamo di rispettare i tempi previsti - spiegano dalla ditta impegnata nel cantiere - anche se abbiamo già avuto problemi ad avere le prime forniture di acciaio per le gabbie". Le strutture serviranno a fare la palificazione per contenere la soletta del torrente. Al momento, nonostante l'intoppo, non si registrano ritardi nel cronoprogramma.

viale regione cantiere canale mortillaro2-2

L'intervento, su quello che è stato definito "cantiere della vergogna" dopo che è comparsa una scritta sulla barriera che ha chiuso alle auto la carreggiata centrale di viale Regione, è iniziato qualche giorno dopo la consegna dei lavori avvenuta il 22 febbraio scorso. Da quel giorno alla ditta che si è aggiudicata la gara per circa 170 mila euro sono stati dati quattro mesi di tempo per portare a termine il tutto. 

Insomma, se non ci dovessero essere problemi a reperire i materiali, dopo il restringimento di Ponte Corleone, che dovrebbe essere eliminato all'inizio di aprile, anche il "tappo" sulla circonvallazione nei pressi di via Principe di Paternò, potrebbe saltare a ridosso dell'inizio dell'estate. Fino ad allora bisognerà armarsi di pazienza per attraversare uno dei tanti snodi della città più trafficata d'Italia, secondo le statistiche rilevate nel 2021 dai navigatori TomTom.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Regione, si lavora al "cantiere della vergogna": "Finiremo entro giugno, unica incognita l'acciaio"

PalermoToday è in caricamento