Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Torremuzza

Ex chiesa di San Mattia alla Kalsa, presentato il completamento lavori

L'intervento di allestimento è stato realizzato utilizzando i fondi residui del progetto Arcus. Presente Mimmo Cuticchio che domani inaugurerà lo spazio appena completato con l'avvio di Narratori in viaggio, rassegna in programma nei prossimi mesi

L'ex Chiesa di San Mattia alla Kalsa

E’ stata presentato oggi il completamento dei lavori e dell'allestimento dell’ex chiesa di san Mattia alla Kalsa. All’incontro erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, il vice sindaco, Emilio Arcuri, l’assessore alla Cultura, Francesco Giambrone e Mimmo Cuticchio che domani inaugurerà lo spazio appena completato con l'avvio di Narratori in viaggio, una rassegna progettata dai Figli d'Arte Cuticchio, in programma nei prossimi mesi.

I lavori di allestimento sono stati realizzati utilizzando i fondi residui del progetto Arcus che l'Amministrazione ha recuperato e rimodulato in modo da impiegarli anche per avviare altri lavori in alcuni spazi all’interno dei Cantieri Culturali della Zisa, oltre che il teatro Garibaldi e alla Real Fonderia.

“Porgo il mio apprezzamento – ha detto il Sindaco – per l’avvio delle attività culturali e teatrali nel rinnovato spazio all’interno dell’ex chiesa di san Mattia che contribuisce anche ad una migliore riqualificazione del territorio in cui si trova la struttura”. “Si completa definitivamente il restauro dell’ex chiesa di San Mattia – ha detto il vice Sindaco Emilio Arcuri – che così viene restituita alla fruibilità della città”.

"Un altro spazio viene definitivamente restituito alla Città, dopo l'apertura provvisoria avvenuta nel corso delle feste di fine anno – ha sottolineato l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone -. Uno spazio importante all'interno del quale Mimmo Cuticchio, uno dei più grandi artisti internazionali, presenta un progetto sulla narrazione che parte dal cunto e che declina la narrazione in tutte le sue forme contemporanee, contribuendo così in maniera determinante a segnare una nuova identità del luogo. E' importante che un luogo restituito alla fruizione pubblica venga immediatamente consegnato a una dimensione forte di identità culturale. Solo così si potrà salvaguardare lo spazio e definirne il ruolo nelle politiche culturali della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex chiesa di San Mattia alla Kalsa, presentato il completamento lavori

PalermoToday è in caricamento