Cronaca

Tram, dopo 5 giorni si ferma lo sciopero: lunedì i primi pagamenti degli stipendi arretrati

Gli addetti alla manutenzione sabato sono tornati al lavoro. La Eds Infrastrutture, oltre a formalizzare le date in cui pagherà gli stipendi ha firmato un'ipotesi di accordo sull'indennità giornaliera di trasferta

Dopo cinque giorni di sciopero, oggi sono tornati al lavoro gli addetti alla manutenzione del tram della Eds Infrastrutture. La decisione di rientrare è scattata dopo l'incontro propizio di ieri tra l'azienda e la Fiom: la Eds Infrastrutture ha formalizzato le date in cui pagherà gli stipendi arretrati e dichiarato che l'11 ottobre, all'incontro tra l'Amat, stazione appaltante, e l'Ati, che raggruppa Eds, Bombardier e SIS, se si raggiungerà l'intesa per i pagamenti dei lavori già in corso, Eds sarà nelle condizioni di consolidare la regolarità delle retribuzioni.

La certezza dei pagamenti e i tempi ad essa collegati era quello che chiedevano i lavoratori. Da qui lo stop alla protesta. I pagamenti arretrati, che riguardano marzo e luglio, partiranno già da lunedì. L'azienda si impegnata poi a saldare agosto e settembre nei giorni successivi. L'incontro tra le parti di ieri ha portanto anche alla firma di un'ipotesi d'accordo che prevede un'indennità giornaliera legata alla prestazione di 13 euro, somma superiore a quanto previsto dal contratto. L'ipotesi di accordo è stata portata in assemblea e 20 lavoratori l'hanno approvata all'unanimità.

"Da tempo - dichiarano Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom Cgil di Palermo - chiedevamo all'azienda di riconoscere ai lavoratori quanto previsto per le trasferte giornaliere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tram, dopo 5 giorni si ferma lo sciopero: lunedì i primi pagamenti degli stipendi arretrati

PalermoToday è in caricamento