Niente stipendio da due mesi e futuro incerto: lavoratori del teatro Biondo in ansia

I sindacati lanciano l'allarme e annunciano azioni di protesta se la vertenza non dovesse trovare una soluzione a breve: "E' una situazione che non può protrarsi ulteriormente, servono interventi concreti"

Da due mesi i lavoratori del Teatro Biondo stanno attraversando un momento di difficoltà: gli stipendi sono in ritardo, il futuro è incerto e tutto questo li ha mandati nello sconforto. A lanciare l'allarme sono le sigle sindacali (Cgil, Fistel Cisl e Uilcom) che chiedono un incontro urgente con le istituzioni per trovare delle soluzioni e mettere fine al drammatico momento. 

"Non riuscire a programmare con certezza le normali attività - affermano in una nota congiunta i sindacati - e gli impegni assunti dalla “Governance” del Biondo, non solo nei confronti dei lavoratori ma anche delle compagnie che comunque stanno garantendo lo svolgersi degli spettacoli, è una situazione che non può protrarsi ulteriormente. Siamo convinti che attraverso una condivisione ampia dei problemi si possano ricercare nell’immediato quegli interventi efficaci per riportare serenità e normalità, come per esempio l’anticipazione economica sulle quote spettanti".

Nel caso in cui le loro richieste dovessero rimanere inascoltate i sindacati annunciano che sarà protesta: "Metteremo in campo tutte le azioni sindacali che la gravità della vertenza richiede".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Paura Coronavirus a Partinico, studentessa arrivata da Shanghai: "Trattata come una minaccia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento