rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Effetto "Quota 100" al Comune, 800 dipendenti in fuga per la pensione

Questo è il numero complessivo dei lavoratori che Palazzo delle Aquile potrebbe perdere tra il 2019 e il 2020 se venissero confermate le adesioni al provvedimento adottato dal governo nazionale. Si materializza il rischio che certi servizi possano restare sguarniti

Fuga per la... pensione. "Quota 100" rischia di svuotare Palazzo delle Aquile: tra il 2019 e il 2020 al Comune potrebbero andare via circa 800 dipendenti. Secondo i dati (ancora parziali), pubblicati oggi dal Giornale di Sicilia, quest'anno sarebbero circa 500 i dipendenti comunali in procinto di fare le valigie nel corso del 2019 grazie al provvedimento adottato dal governo nazionale che consente di andare in pensione sommando anni di anzianità e di servizio. E altri 300 sarebbero in previsione per il prossimo anno.

Numeri che hanno fatto scattare l'allarme al Comune, dove la macchina burocratica è messa a dura prova dalla mancanza di turn over e adesso dalla fuga dei dipendenti che puntano alla pensione anticipata. Qualche mese fa il dirigente al Personale del Comune aveva anticipato alla commissione consiliare Bilancio l'emorragia di lavoratori, con il rischio che certi servizi possano restare sguarniti. Preoccupazioni che hanno indotto i gruppi consiliari a chiedere un tavolo tecnico per far fronte all’emergenza.

In questo scenario, la stabilizzazione dei 597 precari non colmerebbe l'annunciata carenza di personale. Si tratta infatti di dipendenti che erano già in servizio, molti dei quali con contratti part-time (24 o 27 ore settimanali).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto "Quota 100" al Comune, 800 dipendenti in fuga per la pensione

PalermoToday è in caricamento