Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Navigator nei Centri per l’impiego, dipendenti sul piede di guerra: "Addio a riclassificazione"

In centinaia si sono ritrovati nelle assemblee promosse da Cobas-Codir e Sadirs per discutere di questo e di una lunga serie di problemi irrisolti: chiedono un incontro con l'assessore al Lavoro

Dipendenti dei Centri per l’impiego e dipartimento del lavoro sul piede di guerra. Oggi centinaia di impiegati si sono ritrovati nelle assemblee promosse da Cobas-Codir e Sadirs per discutere dei problemi irrisolti: dalle carenze strutturali al personale che svolge mansioni superiori alla cattiva distribuzione dell’organico. L'allarme dei lavoratori: “Se ex sportellisti e navigator entreranno nei ruoli, sostituiranno i funzionari e per noi non potrà esserci alcuna riclassificazione”.

I sindacati chiedono un incontro con assessore e dirigente. “I dipendenti – spiegano Fabrizio Masi e Franco Madonia del Cobas-Codir e del Sadirs - esprimono grande preoccupazione perché la ventilata assunzione di personale esterno a vario titolo e con qualifica superiore, precluderebbe la riqualificazione e riclassificazione del personale interno. Dunque ritengono che l’amministrazione non possa fare a meno di individuare e selezionare preliminarmente tali figure tra il personale interno in possesso di professionalità, esperienza e titoli”.

Durante l'assemblea sono state anche evidenziate le problematiche relative agli ispettorati del lavoro: i dipendenti lamentano la mancanza di mezzi, strutture, coordinamento, formazione - tutte cose necessarie all'espletamento dell'attività - nonché il mancato adeguamento delle indennità degli ispettori.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navigator nei Centri per l’impiego, dipendenti sul piede di guerra: "Addio a riclassificazione"

PalermoToday è in caricamento