Stazione, lancia bottiglie di vetro ai passanti e tira calci alle auto in corsa: arrestato

Diversi passanti e automobilisti hanno segnalato un uomo che stava seminando il caos in piazza Giulio Cesare. Gli agenti delle volanti sono riusciti a intercettarlo e a bloccarlo vicino via Maqueda dopo un lungo inseguimento

(foto archivio)

Per una buona mezz’ora ha creato il caos in piazza Giulio Cesare, vicino alla stazione centrale, lanciando bottiglie di vetro, saltando sulle auto in sosta e tirando calci a quelle di passaggio. Poi la fuga a piedi e l’inseguimento da parte della polizia. Un uomo di 35 anni di nazionalità senegalese è stato arrestato ieri sera con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

A segnalare il comportamento dell’uomo sono stati diversi passanti e automobilisti, tra i quali una donna incinta che si è presa uno grosso spavento. Fortunatamente senza alcuna conseguenza. La sala operativa del 113 ha diffuso una nota radio a tutte le volanti con una descrizione del ricercato. I primi a intercettarlo sono stat gli agenti del commissariato Oreto che hanno individuato il 35enne all’incrocio tra la stazione centrale e via Roma.

Alla vista della volante l’uomo ha iniziato a correre imboccando diverse stradine per cercare di fare perdere le proprie tracce. I poliziotti si sono divisi e gli hanno dato la caccia a piedi e in auto per una decina di minuti, riuscendo poi a bloccarlo nei pressi di via Maqueda. Il senegalese ha opposto resistenza in ogni modo ma alla fine si è dovuto arrendere ed è stato ammanettato.

I primi accertamenti hanno permesso di appurare che il senegalese non avesse alcun permesso di soggiorno. Dopo una tappa nelle camere di sicurezza il 35enne è stato portato questa mattina in tribunale per essere sottoposto al giudizio direttissimo che si è concluso con la convalida dell’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gip non ha applicato alcuna misura cautelare ma l’uomo è stato portato all’ufficio immigrazione per le ultime formalità. Non si esclude la possibilità di una sua espulsione dal territorio italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento