menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia in via Perez

La polizia in via Perez

Torna a casa e lo trova in camera da letto: ladro arrestato mentre si cala dalla grondaia

Decisivo il passaggio di una volante in via Perez, dove era stata segnalata una rapina in un’appartamento, al primo piano di una palazzina. Gli agenti hanno notato i due in strada e sono intervenuti

Tenta la fuga dopo aver tentato la rapina in una casa di via Perez e viene arrestato. A finire in manette, grazie all'intervento della polizia, è stato Fabio Pinelli, palermitano di 32 anni. In azione gli agenti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico. E' successo nella notte, intorno all’1.30, quando una volante ha raggiunto la via Perez dove era stata segnalata una rapina in un’appartamento, al primo piano di una palazzina.

"A breve distanza - spiegano dalla questura - i poliziotti hanno notato il 32enne che si calava frettolosamente, e pericolosamente, dalla grondaia dell’abitazione segnalata, mentre il proprietario dell'appartamento, che era sceso in strada, tentava di afferrarlo per i piedi. Quest’ultimo appena ha visto la volante ha richiamato l’attenzione degli agenti gridando: 'Lui è entrato in casa mia'. I poliziotti sono scesi dall’auto di servizio, si sono piazzati sotto il 'tubo-pluviale' e hanno intimato a Pinelli di scendere, bloccandogli ogni eventuale tentativo di fuga".

La vittima ha poi raccontato ai poliziotti che rientrando dal lavoro aveva sorpreso il malvivente in casa, dove peraltro al momento erano presenti anche la moglie e i suoi due figli piccoli, intento a rovistare in una delle camere da letto, da cui era già riuscito a rubare un cellulare. Il ladro, vistosi scoperto, gli si è scagliato addosso e dopo una breve colluttazione, aveva cercato di guadagnare la fuga attraverso il balcone, calandosi da uno dei pluviali. Poi, il tempestivo intervento degli agenti.

Il 32enne è stato tratto in arresto per il reato di rapina aggravata; il cellulare che gli è stato trovato addosso è stato restituito al legittimo proprietario, "che ha manifestato agli agenti riconoscenza e apprezzamento per l'intervento svolto", dicono dalla questura. L’arresto è stato convalidato dal giudice che ha disposto nei confronti di Pinelli la misura della custodia cautelare in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento