Cronaca Via Fondaco a Palazzo Reale

Via del Fondaco, scoperto un laboratorio di crack in house: un arresto

A finire in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di cocaina e detenzione abusiva di arma da fuoco clandestina un nigeriano di 34 anni. In casa 90 grammi di droga e tutto il necessario per la preparazione, il taglio e la pesatura

Scoperto un laboratorio di crack in un appartamento di via del Fondaco. I carabinieri della compagnia Piazza Verdi hanno arrestato Jimmy Aimiegbefo, 34 anni, nigeriano, per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e detenzione abusiva di arma da fuoco clandestina. Sul tavolo della cucina dell'extracomunitario gli investigatori hanno trovato il market della droga: 90 grammi di cocaina, suddivisa in 196 dosi di cui una parte confezionata “in cristalli”, quindi, già trasformata in “crack”, chiusi in imballi di colore blu termosaldate e 1.600 euro in contanti. 

LE IMMAGINI DEL BLITZ

In casa anche tutto il necessario per la preparazione, il taglio e la pesatura della droga: fornelletto da campeggio e pentolino, un panno di stoffa usato da filtro e un pacco di bicarbonato già aperto. Il "crack" è una sostanza stupefacente molto pericolosa ricavata, tramite processi chimici, dalla cocaina. Viene assunta inalando il fumo dopo aver surriscaldato i cristalli in pipe apposite di vetro o ricavate spesso da bottiglie di plastica modificate o lattine. Questa operazione provoca degli scricchiolii che danno origine al suo nome.

Jimmy Aimiegbefo, su ordine della Procura di Palermo, è stato trasferito nel carcere “Pagliarelli” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via del Fondaco, scoperto un laboratorio di crack in house: un arresto

PalermoToday è in caricamento