La scuola si aggiorna, conclusa l’attività formativa prevista nell’ambito del Piano per la Formazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è conclusa la seconda annualità del corso di formazione sul tema “Inclusione, DSA e Bes” tenutosi presso l’Istituto Tecnico Commerciale Gen. C. Alberto Dalla Chiesa, capo fila delle scuole, di ogni ordine e grado, che ricadono nell’ambito 20, relatore il prof. Antonio Fundarò, docente di Storia della Filosofia Contemporanea al Corso di Laurea di Scienze e Tecniche Psicologiche dell’Università degli Studi di Palermo. Il corso, che si è servito della competenza del tutor prof.ssa Marilina Bacchi, rientra nel Piano per la Formazione dei docenti delle scuole dell’Ambito territoriale 20 dell’USR Sicilia finalizzato a creare una scuola migliore a partire da un personale docente meglio formato e più rispondente alle nuove esigenze.

Scopo del corso di formazione professionale, che ha visto come esperto il prof. Fundarò, è stato quello di formare i docenti relativamente alla molteplicità della realtà scolastica (formazione e conoscenza dei BES, orizzonte legislativo, buone prassi e strumenti metodologico-didattici); sensibilizzare alla prevenzione delle difficoltà scolastiche nel territorio (scuola/famiglia); svolgere una funzione di prevenzione attraverso una progettualità mirata, per contrastare i processi di disadattamento, emarginazione, esclusione sociale, mancato senso di autoefficacia. Il percorso formativo – ha precisato il docente prof. Antonio Fundarò - è stato di complessive trenta ore, articolato in due moduli.

Il primo modulo denominato “BES - PDP - PSP: i bisogni educativi speciali a scuola e la gestione della classe”, che ha trattato: normativa di riferimento: (Legge 170/2010 - Linee guida sui DSA 11/07/2011 – DM 27/12/2012 – CM n.8 del 6/03/2013 – Nota MIUR 22/11/2013); processi di lateralizzazione del bambino; disprassia sequenziale: il disordine della coordinazione motoria e le difficoltà scolastiche; il PDP e Il PSP per alunni stranieri; il PAI e l’Index per l’inclusione; analisi e osservazioni sui casi clinici: strumenti compensativi e misure dispensative; cenni sull’ipercinesia motoria; Autismo, ADHD. Il II modulo denominato “DSA: Disturbo specifico della lettura, della scrittura e del calcolo” che ha trattato: il quadro sindromico; lettura, scrittura e calcolo; il progetto individualizzato e le strategie più idonee. Una scuola come quella guidata dalla dirigente scolastica Rosalia Gioglio è certamente una realtà isolata e unica, come testimonia il fatto che, ancora una volta, ha deciso di scommettere sulla formazione del proprio personale per renderlo adeguato e forte pedagogicamente per affrontare le sfide culturali, talvolta epocali, di questo secolo.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento