La polizia patrocina il progetto “dono ricerca, ridono la vita” per la ricerca alla lotta al neuroblastoma

Con l’approssimarsi delle festività natalizie sarà possibile acquistare un dono tra quelli elencati in brochure il cui costo, da pagare secondo le modalità indicate, sarà devoluto alla ricerca contro questa forma di tumore pediatrico

La polizia sostiene, patrocinandolo, il progetto “Dona ricerca, ridona la vita”, attraverso il quale l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlusha avviato una campagna di sensibilizzazione a sostegno dei bambini affetti da questa gravissima forma tumorale.
Con l’approssimarsi delle festività natalizie sarà possibile acquistare un dono tra quelli elencati in brochure il cui costo, da pagare secondo le modalità indicate, sarà devoluto alla ricerca contro questa forma di tumore pediatrico.

Con il patrocinio di questa raccolta fondi, la Polizia di Stato declina ancora una volta il suo motto “esserci sempre”, stavolta con una iniziativa rivolta alla salute dei più piccoli, soggetti fragili e sfortunati. Per loro ed accanto a loro la Polizia di Stato invita i cittadini a partecipare anche quest’anno scegliendo di acquistare un dono solidale che può contribuire a riaccendere lesperanze di cura e guarigione. In allegato, il catalogo dei doni con i relativi costi ed il modulo per effettuare il versamento, visitabile sul sito www.neuroblastoma.org 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento