"La memoria che resta" docufilm per ricordare la liberazione d'Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dal 25 aprile, il docufilm della regista Francesca La Mantia dopo essere stato già presentato, riscuotendo successi e commozione, più volte a Milano tra cui ad Expo 2015, all'Università Bocconi, nella sede di Emergency in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell'Infanzia, e ancor prima al Festival della Letteratura, sarà diffuso gratuitamente in tutte le scuole di Milano e Provincia. Il film racconta in modo poetico e attraverso un mosaico perfettamente congegnato di testimonianze inedite di alto calibro, come quella di Laura Wronowska, di Luigi Pestalozza, di Libero Traversa e tantissimi altri, la storia di Milano dalla presa del potere del fascismo alla liberazione, riflettendo sulla guerra, purtroppo oggi così vicina.

Una bella storia, ma perché diversa da altre? Perché a raccontarla è una regista siciliana, che insieme alla sua troupe di conterranei, composta da Antonio Giua, Corrado Lannino, Ilenia Bartolone, Lavinia Nocelli, dopo un anno di ricerca e due di riprese e montaggio, narrano in un collage di voci la storia, le ferite, le bombe, le deportazioni, ma anche l'amore, l'amicizia, le avventure e la primavera di questa città. Perché affidare ad una troupe di siciliani questo compito? Forse perché la distanza pirandelliana dei loro occhi e la storia della nostra terra, così diversa ma anch'essa piena di sangue e di resistenze alla mafia, ha permesso alle loro orecchie e alle loro telecamere di ascoltare incantati le ultime voci dei superstiti, di commuoversi davanti a episodi a noi sconosciuti, di fermarci davanti a ogni lapide della città cercando dietro a ogni nome una storia da raccontare, da far conoscere ma soprattutto una storia da salvare dall'oblio.

Regia: Francesca La Mantia;
Riprese: Corrado Lannino, Ilenia Bartolone e Matteo Cavalletto;
Montaggio: Antonio Giua;
Fonico di presa diretta: Lavina Nocelli;
Aiuto montaggio: Ilenia Bartolone e Corrado Lannino;
Musiche originali: Francesco Maria Martorana;
Sottotitoli in lingua: Nauka Nobile.

Per vedere online i trailer:

la Memoria che Resta

https://www.facebook.com/La-memoria-che-resta-399567550228078/

La guerra dei bambini

https://www.facebook.com/399567550228078/videos/vb.399567550228078/473474749504024/?type=2&theater

https://www.facebook.com/399567550228078/videos/vb.399567550228078/460392074145625/?type=2&theater

Intervista a laura Wronowska

https://www.youtube.com/watch?v=-ofnG-duy_k

Spot di Crowdfunding Free Candy: la Memoria resta?

https://www.youtube.com/watch?v=dIVXkObrFhY

Torna su
PalermoToday è in caricamento