rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Kalsa, in un borsone hashish e un "registro" delle vendite: denunciate due sorelle

Una delle due ha gettato dal balcone la borsa con la droga, che però è stata recuperata e sequestrata dagli agenti della polizia

Conservano la droga e il libro mastro con la contabilità in un borsone, ma la polizia scopre tutto e scatta la denuncia. Due sorelle palermitane, che vivono alla Kalsa, sono finite nei guai per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Alla vista della polizia una delle due ha gettato dal balcone un borsone e ha raggiunto la sorella, che abita nell'appartamenti vicino. Il tentativo è stato inutile. Gli agenti hanno recuperato la borsa trovando, al suo interno, un bilancino di precisione, denaro contante e un quaderno. La presenza del "registro", secondo gli inquirenti, indica che la droga veniva "contabilizzata” e, quindi, che l’abitazione fosse uno snodo per l’attività di spaccio, tradizionalmente fiorente, del quartiere".
 
Con l’ausilio delle unità cinofile, gli agenti hanno poi perquisito anche le case delle due sorelle, trovando un'altra stecca si hashish. Il fiuto del cane "Nembo" ha poi permesso di individuare anche il ripostiglio usato come nascondiglio. Le due (una di loro era già sottoposta ad obbligo di presentazione) sono state denunciate a piede libero.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kalsa, in un borsone hashish e un "registro" delle vendite: denunciate due sorelle

PalermoToday è in caricamento