menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jovanotti con Giovanni Cupidi, attivista dei diritti dei disabili

Jovanotti con Giovanni Cupidi, attivista dei diritti dei disabili

Dopo Pif, anche Jovanotti contro Crocetta: "Umilia i disabili"

Lorenzo Cherubini, ospite dell'Edicola Fiore su Sky, attacca il governatore siciliano dopo le note polemiche delle scorse settimane: "Ci sono persone che da mesi attendono una risposta, questo è un tragico gioco a nascondino veramente vergognoso"

Dopo il duro attacco di Pif sulla questione disabili anche Jovanotti se la prende Crocetta. Ospite oggi dell'Edicola Fiore (in onda in replica stasera su Tv8 alle 20), il cantautore dopo aver giocato con Fiorello tra musica e battute, ha approfittato del nuovo spazio della trasmissione, lo speakers corner, per chiedere al presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, risposte concrete per i disabili siciliani, dopo le note polemiche di qualche mese fa.

"Durante il programma - ha spiegato Jovanotti sulla sua pagina Facebook - ho contribuito a dare voce ai cittadini siciliani disabili, presi in giro dal presidente Crocetta in un tragico gioco a nascondino veramente vergognoso. Queste persone da mesi attendono una risposta. La loro qualità di vita, spesso la loro stessa sopravvivenza, dipende dall’assistenza che la Costituzione gli garantisce come diritto e non come gesto di carità. Ne abbiamo parlato diverse volte su questa pagina, e seguendo ogni passo di questa vicenda sto assistendo allo dimostrazione peggiore che la politica può dare di sé".

Jovanotti continua: "Si prendono in giro dei cittadini e le loro famiglie, un’intera comunità costretta a sentirsi umiliata da chi dovrebbe invece considerarla al pari di tutte le altre persone. La cosa peggiore che le Istituzioni della Repubblica possono fare nei confronti di un cittadino è escluderlo, costringerlo a sentirsi un peso, un problema e non una persona. E’ una cosa gravissima, scoraggiante e pericolosa perché in questi termini diventa una forma di omicidio. La sanità e le politiche sociali in Italia sono gestite a livello regionale e questo comporta spesso una disparità di trattamento a seconda del luogo di residenza. E' semplicemente assurdo, e la colpa non è della latitudine ma solo ed esclusivamente delle persone incaricate democraticamente di rappresentare i propri cittadini".

Qualche mese fa Jovanotti aveva sposato la causa di Giovanni Cupidi, lo statistico tetraplegico di Misilmeri attivista dei diritti dei disabili, tra i principali protagonisti della ‘battaglia’. Anche Lorenzo Cherubini firmò la petizione per il diritto all'assistenza 24 ore su 24. L'affondo finale di Jovanotti: "La Sicilia è una grande regione, non solo per estensione territoriale ma per estensione storica, civile, umana. Il repsonsabile di questa situazione in Sicilia è il presidente Crocetta (è lui che sceglie i suoi collaboratori eventuali) , lui che ha una splendida capacità retorica e dialettica ma di fatto in questo caso specifico (e ripeto “specifico” perchè non voglio assolutamente generalizzare) sta prendendo in giro la parte più debole dei suoi concittadini, le persone con gravi disabilità, non so se ci rendiamo conto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento