Istituto Gonzaga, giornata sull’uso responsabile del digitale

Iscrizioni on line su www.imparadigitale.it/eventi/seminario-palermo-2019

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’Istituto Gonzaga in prima linea per educare e formare a un utilizzo consapevole delle nuove tecnologie e dei social. Tra le prime scuole in Italia a dotare ogni studente del liceo di tablet personale per fini didattici e a utilizzare la didattica digitale fin dalla scuola dell’infanzia, ma anche tra i primi a bandire cellulari e smartphone dalle classi, con ottimi risultati in termini di miglioramento delle relazioni interpersonali, il Gonzaga dedica una giornata di formazione aperta a tutti, con esperti del settore, all’attualissimo tema «Educarsi per educare all’uso del digitale», in collaborazione con Imparadigitale. Domani, 31 gennaio, dalle 15 alle 17,30, in via Piersanti Mattarella 38/42, a Palermo padre Vitangelo Maria Denora, direttore generale dell’Istituto Gonzaga-ISP, Dianora Bardi, presidente dell’associazione Centro studi Imparadigitale, ed Ernesto Burgio, dell’European Cancer and Environment Research Institute, affronteranno i temi dell’uso consapevole e critico del digitale e del relativo approccio degli adulti con le giovani generazioni. Precauzione, responsabilità, alert, rischi e benefici: qual è il ruolo della scuola e dei docenti? Come affrontare il vero cambiamento? Per partecipare all’incontro gratuito aperto ai genitori, agli educatori, agli universitari e alla città è necessario iscriversi on line su www.imparadigitale.it/eventi/seminario-palermo-2019.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento