Via Maqueda, istituita l'isola pedonale: e il sindaco chiude al traffico altre 13 strade

Dal 3 agosto l'accesso alle auto sarà consentito tramite 14 varchi. Installati dissuasori con un sistema automatico in grado di riconoscere le targhe. Nuove pedonalizzazioni per favorire l'uso degli spazi esterni dei locali. Ecco dove saranno

via Bandiera

A partire dal 3 agosto sarà istituita l'area pedonale in via Maqueda, nel tratto stradale compreso tra la via Cavour e piazza Villena. E' quanto stabilisce un'ordinanza firmata oggi, che di fatto revoca quelle emesse nel marzo 2006 e nel maggio del 2017, in base alle quali la strada era stata classificata come Ztl.

Con una seconda ordinanza, inoltre, il Comune entro la fine della settimana chiuderà al traffico - in forma sperimentale - 13 vie e piazze fino al 31 ottobre. L'amministrazione Orlando dunque tira dritto sulle pedonalizzazioni che, secondo il sindaco Orlando, servono "a stimolare l'economia, oltre che a dare maggiore visibilità e fruibilità a numerose zone della città".

In via Maqueda, l'accesso alle auto sarà consentito attraverso 14 varchi: si entrerà in via Maqueda all'incrocio con via Cavour e si uscirà all'altezza dei Quattro Canti. L'area pedonale potrà essere attraversata proveniendo da via Alessandro Scarlatti, varco in ingresso-attraversamento; via Trabia, varco in uscita-attraversamento; via Ugo Antonio Amico, varco in uscita; via Sant'Agostino, varco in ingresso-attraversamento, via Bandiera, varco in uscita-attraversamento; via Bari, varco in ingresso-attraversamento; discesa dei Giovenchi, varco in uscita-attraversamento, via Napoli, varco in uscita; via dei Candelai, varco in ingresso-attraversamento; via Venezia, varco in uscita-attraversamento, via del Celso varco in uscita-attraversamento; salita Castellana, varco in ingresso-attraversamento.

L'accesso da via Cavour sarà possibile unicamente ai mezzi pubblici di emergenza, nonché ai residenti e ai fornitori delle attività commerciali che non possono accedere tramite gli altri varchi. Lo stesso varco sarà chiuso da dissuasori anti-sfondamento a scomparsa, il cui controllo avviene tramite un sistema automatico in grado di riconoscere la targa dei veicoli. I lavori di installazione dei dissuasori sono stati eseguiti dal Coime sotto il coordinamento dell'assessorato per il Decoro guidato dal vicesindaco Fabio Giambrone, che sottolinea "l'importanza per la città e per l'amministrazione di poter disporre di maestranze in grado di realizzare importanti interventi, anche strutturali, per migliorare le condizioni di sicurezza e la vivibilità di Palermo".

Per l'assessore Catania "la definitiva trasformazione di via Maqueda in area pedonale avviene grazie ad un lungo percorso che ha coinvolto, oltre all'amministrazione comunale, al Consiglio comunale e alla Circoscrizione, i residenti e i commercianti della zona con i quali si è instaurato un importante dialogo. Lo stesso metodo adottato per altre vie e piazze della città che speriamo porti presto a risultati analoghi".

Non a caso il sindaco, con un'ordinanza, ha disposto la chiusura di altre 13 strade. Si tratta di via del Bastione, piazza Niscemi, vicolo San Carlo, via Seminario Italo Albanese, via Schioppettieri, piazza Santa Chiara, piazzetta e via Sette Fate, via Pantelleria, piazza Monte di Pietà, via Napoli, piazza Sant’Onofrio, via Sammartino e piazza Marina a Sferracavallo. Inoltre via Maqueda, nel tratto fra piazza Verdi e i Quattro Canti, con una nuova ordinanza diventa da zona a traffico limitato un'isola pedonale permanente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento, proposto congiuntamente dagli assessori Giusto Catania e Leopoldo Piampiano, è legato alla delibera della Giunta comunale di maggio, che favorisce l'utilizzo degli spazi esterni ai locali pubblici per garantire il rispetto delle norme sul distanziamento sociale. A seguito della delibera, infatti, già 91 esercenti hanno potuto ampliare l’occupazione di suolo pubblico, in quanto ubicati in aree già pedonali e ora altri 50 circa potranno usufruire di spazi esterni nelle nuove aree individuate. Complessivamente, la Giunta aveva indicato circa 100 aree già pedonali o potenzialmente pedonali. "Con questo provvedimento, cui ne seguiranno altri, - puntualizza il sindaco Orlando - si avvia anche un percorso di diffusione in tutta la città delle aree pedonali, contribuendo a decongestionare le aree più affollate della movida".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento