Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Addio alle auto nei mercati storici e dintorni, nuove isole pedonali in 60 strade

Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta. Capo, Ballarò, Vucciria, Calderai e Cantavespri le aree interessate. Entro 90 giorni la regolamentazione della circolazione stradale. Orlando: "Ulteriore passo per la vivibilità". Castiglia: "Occasione di rilancio per botteghe e attività commerciali"

Piazza Beati Paoli

Addio alle auto nei dintorni dei mercati storici. Dal Capo a Ballarò, passando per Vucciria, Calderai, Cantavespri, in arrivo nuove isole pedonali: circa 60 tra vie, piazze e vicoli saranno infatti interessate da "una limitazione della circolazione veicolare che mira a ridurre la presenza delle auto a vantaggio della vivibilità, del rilancio commerciale ed artigianale, della fruizione turistica".

E' quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta, su proposta del sindaco Leoluca Orlando, che ha incaricato il servizio Trasporto pubblico di massa e Piano urbano del traffico a regolamentare entro 90 giorni la circolazione stradale nelle zone dei mercati storici. Sempre nell'arco di 90 giorni, il Suap dovrà redigere una proposta di disciplina delle concessioni del suolo pubblico per l’esercizio delle attività esistenti o di nuovo insediamento.

Nella nuova regolamentazione sono inserite le indicate come Ztl o come isole pedonali nel Piano particolareggiato esecutivo per il centro storico e nel Piano generale del traffico urbano (Pgtu), oltre ad alcune strade limitrofe. "Un ulteriore passo per la vivibilità e per il rilancio economico attraverso il rilancio del Centro storico - afferma il sindaco Leoluca Orlando -. Un passo ancora più importante perché segno del cambiamento culturale raggiunto e del cambiamento ancora possibile a Palermo. Grazie a questo provvedimento, che parte da quella rivoluzione urbanistica e culturale che fu il Piano particolareggiato esecutivo del 1990, tantissime aree dei nostri mercati e limitrofe ad essi avranno la possibilità di essere sempre più accoglienti, fruibili e vivibili sia per i residenti sia per le attività imprenditoriali sia per i turisti".

La pedonalizzazioni sono state decise dopo un confronto fra istituzioni centrali e decentrate, con il coinvolgimento diretto di abitanti, commercianti e comitati che operano in queste aree. Lo sottolinea Massimo Castiglia, presidente della Prima circoscrizione, che parla "di occasione di rilancio per i mercati storici e le botteghe. Adesso - conclude Castiglia - attenderemo che il Consiglio comunale approvi il prima possibile il Regolamento unico dei mercati storici per avere uno strumento concreto di rilancio. Il prossimo 10 maggio saremo in piazza Caracciolo insieme al sindaco e agli assessori per discutere, appunto, del rilancio delle attività dei mercati storici".

Critico il giudizio di Ottavio Zacco, presidente della commissione Attività produttive, secondo cui "è necessario limitare la pedonalizzazione solo negli assi interessati dai mercati".

"Pensare di potere pedonalizzare anche le perpendicolari dei mercati, così come previsto dalla delibera di Giunta, è prematuro" conclude Zacco, che chiede di "rivedere la delibera e prevedere solo la pedonalizzazione dei mercati, per dare continuità al progetto del sindaco e avviare il percorso di valorizzazione dei mercati storici della città".

Ecco l'elenco delle vie che saranno interessate

Via Cappucinelle, discesa delle Capre, via delle Mura di S. Agata, via Quattro Coronati, via Principe di S. Giuseppe, via Dalmazio Birago, vicolo della Cassetta, via Bandiera, via Cesare Battisti, vicolo Monacelli, discesa Bandiera, vicolo delle Pergole, via della Concezione, via Gaetano Sgarlata, via Collegio di Maria al Carmine, vicolo S. Paolino, via Antonino Borzì (tratto Bandiera-Bari), piazza Teatro S. Cecilia, via Carrettieri, via Giuseppe Patania, via Cagliari, discesa dell'Eternità, via S. Basilio, via Vincenzo Cantavespri, via dei Seggettieri, vicolo S. Basilio, via Divisi, via Beati Paoli, via Maccheronai, via Albergheria (tratto via Ballarò-vicolo delle Ruote), via Porta Carini, piazza Caracciolo, via Porta di Castro (tratto via Ballarò-via Benfratelli), via G. B. Pagano, via Pannieri, via Casa Professa (tratto via Ballarò-vicolo S.Michele Arcangelo), via S. Agostino, via Argenteria, via Ballarò, piazza degli Aragonesi, via Calderai, via Giovanni Naso, vicolo Maestro Cristofaro, via del Bosco, via S. Cristoforo, vicolo Abbadia, via Giovanni Procida, via S. Gregorio, piazza Carmine, via Livorno, via Mura di S. Vito, vicolo Iannucci, via dei Cassari, via della Ruota, vicolo della Madonna, piazza Beati Paoli, via Gaetano Donizetti, vicolo Chiarandà, vicolo dei Sanguinazzai, vicolo del Romito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio alle auto nei mercati storici e dintorni, nuove isole pedonali in 60 strade

PalermoToday è in caricamento