Via Maqueda, Giuffrè difende l’isola pedonale: “Apprezzata dai cittadini”

Dopo la protesta inscenata da una ventina di commercianti arriva la replica dell'assessore alla Mobilità: "E' stato il provvedimento maggiormente sollecitato, anche da parte dei commercianti. La presenza di questi giorni dimostra che siamo nella direzione giusta"

Sono stati cittadini e commercianti a chiedere l’isola pedonale in via Maqueda. Risponde così l’assessore alla Mobilità Tullio Giuffrè al gruppo di 25 commercianti che ieri hanno manifestato davanti al Teatro Massimo proprio contro la scelta del Comune di chiudere la strada alle auto causando – secondo loro - un calo delle vendite.

"Proprio quello di via Maqueda - ricorda l'assessore - è stato il provvedimento maggiormente sollecitato dai cittadini e dagli stessi commercianti, che avevano registrato un aumento delle vendite in concomitanza con la chiusura al traffico della strada. Per altro – continua Giuffrè - tutti i provvedimenti di pedonalizzazione si adottano proprio per scoraggiare l'uso del mezzo privato e contrastare fenomeni di abuso delle auto. La folla che ha invaso l'asse di via Maqueda come di via Ruggero Settimo in questi giorni dimostra che i cittadini apprezzano questa soluzione e che questa è comunque la direzione da mantenere per costruire luoghi e tempi di maggiore vivibilità e fruibilità del Centro storico”.

L’assessore poi sottolinea alcune informazioni “scorrette” sulle isole pedonali in occasione delle festività natalizie. "Sugli interventi relativi alla pedonalizzazione degli assi viari del Centro storico – spiega Giuffrè - si sono diffuse alcune informazioni del tutto scorrette che hanno generato paure, soprattutto fra i residenti. Mi riferisco in particolare alla possibilità di estendere il divieto di accesso ai residenti in via Maqueda”. Giuffrè chiarisce così il contenuto di alcuni provvedimenti adottati oggi dai dirigenti del suo Settore. tullio_giuffre-2

"In via Maqueda – afferma l'assessore - è stato chiesto che nelle giornate di sabato a partire dal 21 possano svolgersi delle manifestazioni di tipo culturale e ricreativo e pertanto, solo quando tali manifestazioni si svolgeranno e comunque mai per periodi di tempo superiori alle tre ore, la via resterà chiusa anche ai residenti e ai mezzi pubblici, nel tratto compreso fra via Ugo Antonio Amico e via del Celso. Nessun provvedimento di chiusura permanente ai residenti è stato quindi preso in considerazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento