Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Ancora senza esito le ricerche del sub disperso nel mare di Isola

Giuseppe Migliore, palermitano, ufficialmente è ritenuto disperso. Secondo alcuni pescatori il corpo potrebbe essere stato trascinato dalla corrente a circa 8 miglia dal luogo della scomparsa

Secondo alcuni pescatori il corpo di Giuseppe Migliore il sub palermitano di 58 anni disperso da ieri nel mare di Isola delle Femmine, potrebbe essere stato trascinato dalla corrente a circa 8 miglia dal luogo della scomparsa. Le ricerche, interrotte ieri sera con l'arrivo dell'oscurità, sono riprese all'alba di oggi anche con l'aiuto del Rov (Remotely operated vehicle), un robottino in dotazione alla Capitaneria di porto in grado di scandagliare i fondali, e con l'elicottero HH139A del 15° stormo dell'aeronautica militare.

Il 58enne, esperto di immersioni, era uscito ieri insieme all'amico Antonio Aloisio, 56 anni, e a una terza persona rimasta a bordo del gommone. Avrebbero raggiunto lo specchio d'acqua in cui si trova un relitto risalente alla seconda guerra mondiale e si sarebbero immersi con le bombole. Durante l'immersione, però, qualcosa deve essere andato storto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aloisio è riuscito rapidamente a risalire e a dare l'allarme. Immediata la corsa al porticciolo dove, però, è arrivato in condizioni disperate. Inutili i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarlo. Il compagno di immersione, invece, potrebbe essere rimasto incastrato tra i relitti a circa 80 metri di profondità o una volta persa conoscenza trascinato dalle correnti. Sul posto sono intervenute le motovedette della Guardia costiera e i sommozzatori dei vigili del fuoco e le ricerche sono andate avanti per diverse ore ma senza esito.

L’equipaggio dell'Aeronautica ha ricevuto l’ordine di missione dalla sala operativa del Rescue coordination center del Comando operazioni aeree di Poggio Renatico che ha attivato il personale del Centro Sar di Trapani a seguito della richiesta arrivata dal Maritime rescue sub center della guardia costiera. L’elicottero è decollato alle 15.40 e ha effettuato 2 ore di ricerca a bassa quota su uno specchio di mare di circa 200 chilometri quadrati.

"Sul piano delle indagini - spiega la guardia costiera - la magistratura inquirente ha disposto il sequestro dell’apparecchiatura utilizzata dal sub deceduto e domani procederà ad affidare l’incarico per l’esame autoptico e tossicologico della salma. Dai primi accertamenti sull'apparecchiatura si è potuto appurare che Aloisio ha sicuramente raggiunto il relitto alla profondità di 86 metri in circa 16 minuti di immersione, prima della risalita in superficie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora senza esito le ricerche del sub disperso nel mare di Isola

PalermoToday è in caricamento