rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Isola delle Femmine

La storia del carabiniere ucciso con un colpo di pistola al cuore: ricordato Monteleone

Commemorato il brigadiere palermitano ucciso nel tentativo di sventare una rapina a Isola delle Femmine a 34 anni in una mattina di fine novembre del 1985

Ricordato anche quest'anno Antonio Enrico Monteleone, palermitano, il carabiniere ucciso nel tentativo di sventare una rapina. La celebrazione è avvenuta ieri a distanza di 36 anni dalla sua uccisione, che si è consumata nei pressi dell’ufficio postale di Isola delle Femmine. In suo onore è stata celebrata una messa nel rigoroso rispetto delle norme anti pandemia. La funzione, officiata da Don Calogero Governale, si è svolta nella chiesa di Maria Santissima delle Grazie, alla presenza dei familiari di Monteleone al quale, nel 2015, è stata intitolata la stazione dei carabinieri di Isola delle Femmine.

Alla cerimonia hanno partecipato il comandante del Gruppo carabinieri di Palermo, il tenente colonnello Angelo Pitocco, i comandanti della compagnia di Carini, il capitano Pietro Cugusi e della stazione di Isola delle Femmine Rocco Lagamba e il sindaco Orazio Nevoloso.

Monteleone si era arruolato giovanissimo, ad appena 20 anni. Poi fu trasferito a Isola delle Femmine. Un anno e mezzo dopo il trasferimento, il 28 novembre 1985, dopo aver accompagnato le figlie a scuola, giunto in caserma, aveva sentito squillare l’allarme collegato con l’ufficio postale poco distante dalla caserma. Si perecipitò di corsa per strada insieme ad un collega, e in pochi minuti arrivò davanti all’ufficio postale dove i malviventi, avvisati da un complice che li attendeva in auto, avevano appena completato la rapina e stavano per darsi alla fuga facendosi scudo con alcuni clienti presi in ostaggio.

caduti_monteleone-2Di fronte ai rapinatori, Monteleone si rifiutò di consegnare l’arma d’ordinanza e, nonostante fosse impossibilitato ad utilizzarla per non rischiare di ferire gli ostaggi, si scagliò contro i malviventi ingaggiando una violenta colluttazione durante la quale fu raggiunto al cuore da un colpo di pistola. Sottoposto ad un delicato intervento, Monteleone si arrese in ospedale all'alba del giorno successivo, dopo qualche ora di agonia. In suo onore gli è stata conferita una Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria.


    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia del carabiniere ucciso con un colpo di pistola al cuore: ricordato Monteleone

PalermoToday è in caricamento