Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Ismett, salvata una donna maltese: "Sempre più centro di riferimento nel Mediterraneo"

Eseguita su una trentottenne - alla quale lo scorso febbraio era stato diagnosticato un tumore del corpo del pancreas - la pancreasectomina numero 400: "L'istituto è punto nevralgico per la chirurgia addominale, arrivano pazienti provenienti anche da Serbia e Cipro"

L’Ismett (Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione) di Palermo sempre più riferimento della sanità al centro del Mediterraneo. E’ stata eseguita in questi giorni la pancreasectomia numero 400. Ad essere sottoposta al delicato intervento una donna di 38 anni proveniente da Malta, a cui lo scorso febbraio era stato diagnosticato un tumore del corpo del pancreas di 5 cm con infiltrazione della vena porta. Per questo motivo, i sanitari che la seguivano a Malta, hanno preferito - come già diverse altre volte nell’ultimo anno - indirizzare la paziente all’Unità di Chirurgia Addominale e dei Trapianti Addominali di Ismett.
 
“L’intervento chirurgico è consistito in una pancreasectomia totale con sostituzione della vena porta e della vena mesenterica superiore mediante l’interposizione di un segmento venoso prelevato da un donatore d’organi di gruppo sanguigno compatibile - afferma il professor Salvatore Gruttadauria, responsabile dell’Unità di Chirurgia Addominale e Trapianti Addominali -. La paziente è stata dimessa dall’Ismett dopo dieci giorni dall’intervento, ora sta bene e continua la riabilitazione”.

 
"Quattrocento resezioni pancreatiche, oltre 1050 resezioni epatiche e quasi 1100 trapianti di fegato sono alcuni dei numeri dell’attività complessiva della Chirurgia Addominale di Ismett - si legge in una nota -. L’Istituto è ormai un vero e proprio punto di riferimento per la chirurgia addominale nel bacino euro Mediterraneo. Lo scorso anno, Ismett ha attratto pazienti provenienti dalla Serbia, da Cipro, Malta e da altre regioni italiane, realizzando il 2% degli interventi su pazienti non siciliani, con risultati di alta qualità ed eccellenza così come riportato dalla valutazione del Piano Esiti per il 2016 di Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali)".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ismett, salvata una donna maltese: "Sempre più centro di riferimento nel Mediterraneo"

PalermoToday è in caricamento