menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrorismo, espulso un tunisino aderente all'Isis: da Palermo "rispedito" in Africa

L'estremista, 32 anni, è stato rimpatriato dalla frontiera aerea "per motivi di pericolosità sociale": documentato il suo forte interesse per un esponente di vertice dell’organizzazione terroristica “Al Jama’a al Islamiyya”

Un tunisino di 32 anni è stato espulso dal territorio nazionale "per motivi di pericolosità sociale". Lo fa sapere in una nota il Ministero dell’Interno. Lo straniero è stato rimpatriato dalla frontiera aerea di Palermo con un volo per Tunisi. Il tunisino espulso, abitante in Sicilia e con permesso di soggiorno per motivi di lavoro scaduto lo scorso marzo, è stato espulso perché, a seguito di indagini info-investigative svolte dalla Digos è risultato contiguo ad ambienti dell’estremismo islamico.

Inoltre, lo straniero, utilizzando il proprio profilo Facebook, aveva "pubblicato e consultato contenuti radicali e giustificativi del jihad" nonché condiviso materiale postato da altri utenti della rete con i quali era sistematicamente in contatto virtuale. In particolare, è stato documentato il suo forte interesse per alcuni post riconducibili al fondamentalismo islamico e, soprattutto, ad un esponente di vertice dell’organizzazione terroristica “Al Jama’a al Islamiyya” (responsabile dell’attentato compiuto nel 1997 al sito archeologico di Luxor, in cui furono uccisi 58 turisti e 4 egiziani) e ad un terrorista pakistano già detenuto presso la base statunitense di Guantanamo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento