rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Anomalie nei conti della Foss, Tarantino: "Le irregolarità sono precedenti al mio insediamento"

Il M5S aveva "chiesto la testa" del commissario straordinario della Fondazione che però, dopo aver letto le relazioni del nucleo ispettivo, ha precisato che le irregolarità riguarderebbero il periodo compreso tra il 2016 e il 2020

Le irregolarità riscontrate nei bilanci della Foss sarebbero state accertate. Il periodo interessato, però, sarebbe quello precedente alla gestione riconducibile all'attuale commissario straordinario Nicola Tarantino, insediatosi a maggio scorso, del quale il M5S avrebbe "chiesto la testa". Si conclude dopo due mesi l'ispezione richiesta dalla V commissione dell’Ars nello scorso mese di dicembre. Al centro della questione a tre contratti, stipulati tra il 2016 e il 2020, con te professori d'orchestra per i quali non ci sarebbe stata copertura finanziaria con risorse extra-regionali.

"La Fondazione, pur non avendo avuto accesso ai relativi atti conclusivi, aveva appreso dagli organi di informazione - si legge in una nota della Foss - che le attività ispettive si erano concluse con la constatazione di irregolarità che avevano portato alla trasmissione degli atti alla Procura e alla Corte dei conti da parte degli ispettori. Le medesime notizie di stampa, riportando la cronaca della seduta della V commissione all’Ars del 15 marzo, riconducevano le responsabilità gestionali delle predette irregolarità all’attuale commissario, chiedendone l’immediata rimozione".

Nella foto, da sinistra, il commissario Nicola Tarantino e l'assessore regionale Manlio Messina

Nicola Tarantino _ Manlio Messina _ Festival di Cannes 2021-2

Dopo aver visionato tutta la documentazione, la Fondazione precisa "che le irregolarità si riferiscono ad un periodo antecedente alla corrente gestione commissariale" subentrata dopo le dimissioni, ad appena un anno dalla nomina dei componenti del cda. "La notizia, sebbene omissiva del periodo di riferimento delle irregolarità, è stata diffusa dalla stampa al termine della seduta della commissione alla quale né l’assessore Messina, né il commissario straordinario erano intervenuti" sia per altri impegni pregressi sia per l'impossibilità di esaminare gli esiti delle attività ispettive.

"Alla luce dell’acclarato periodo di riferimento delle irregolarità - si conclude la nota - appare infondato, insostenibile e del tutto strumentale il ventilato coinvolgimento dell’attuale commissario. Viceversa, a seguito della soccombenza della Foss nel primo dei tre giudizi promossi innanzi al giudice del lavoro da parte dei suddetti orchestrali, Tarantino aveva prudentemente sottoscritto altrettanti atti transattivi, limitando in tal modo il pregiudizio economico che ne sarebbe potuto derivare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anomalie nei conti della Foss, Tarantino: "Le irregolarità sono precedenti al mio insediamento"

PalermoToday è in caricamento