Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Nuovi casi d'intossicazione da tonno rosso, altri cinque finiscono in ospedale

Tre donne e due uomini sono stati ricoverati al Civico con i classici sintomi da sindrome sgombroide. Dopo gli accertamenti sanitari sono stati dimessi con prognosi che vanno dai 4 ai 7 giorni. Indagano i carabinieri del Nas

Il pronto soccorso del Civico

Nuovi casi d’intossicazione da tonno rosso. Sono cinque i pazienti ricoverati sabato scorso all’ospedale Civico dove sono arrivati con i sintomi classici di un avvelenamento da istamina. Dopo i primi controlli per i medici non ci sono stati dubbi: sindrome sgombroide. Si tratta di tre donne di 67, 46 e 44 e di due uomini di 47 e 45 anni.

Tutti i pazienti, ad eccezione di uno, hanno riferito al personale sanitario di aver acquistato e mangiato tonno rosso da alcuni ambulanti a Ballarò. I cinque hanno una prognosi che va dai quattro ai sette giorni. Dopo i ricoveri e le dimissioni la notizia delle intossicazioni è arrivata ai carabinieri dei Nas che hanno effettuato alcuni controlli per individuare il venditore e la sua bancarella.

L'ultimo episodio d'intossicazione ha riguardato una dodicenne, ricoverata in ospedale e dimessa 24 ore dopo. I militari del Nucleo anti sofisticazione hanno passato al setaccio gli ambulanti e le pescherie dei mercati rionali, effettuando i sequestri di centinaia di chili di prodotti ittici fra piazza Torrelunga, Ballarò e Isola delle Femmine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi casi d'intossicazione da tonno rosso, altri cinque finiscono in ospedale

PalermoToday è in caricamento