rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
La cerimonia a Castelvetrano

La scuola dove studiò Messina Denaro intitolata a Giuseppe Di Matteo: "Un pugno in faccia ai mafiosi"

Cracolici, presidente della commissione regionale Antimafia: "Quell'esecuzione dopo un sequestro durato quasi due anni, dimostra che Cosa nostra è fatta da uomini senza onore che hanno insanguinato la nostra terra e che vanno tenuti ai margini delle nostre comunità"

Il secondo circolo didattico Ruggero Settimo di Castelvetrano si chiama adesso Giuseppe Di Matteo, il ragazzino di Altofonte sequestrato dalla mafia e poi ucciso nel 1996 all'età di 15 anni. "L'intitolazione al piccolo Giuseppe Di Matteo della scuola dove ha studiato il boss Matteo Messina Denaro è un pugno in faccia ai mafiosi che ricorderà ogni giorno ai boss chi hanno ucciso, senza alcuna remora", ha detto il presidente della commissione regionale Antimafia, Antonello Cracolici, intervenendo alla cerimonia di intitolazione della scuola elementare al piccolo Giuseppe Di Matteo.

"Quell'esecuzione - ha aggiunto Cracolici - dopo un sequestro durato quasi due anni, dimostra che la mafia è fatta da uomini senza onore che hanno insanguinato la nostra terra e che vanno tenuti ai margini delle nostre comunità. Fino a quando i cittadini non capiranno che l'indifferenza è stata la causa del rafforzamento delle mafie non potremo dire di averle sconfitte. E la memoria, come quella incisa nella targa della scuola oggi, serve a coltivare il futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola dove studiò Messina Denaro intitolata a Giuseppe Di Matteo: "Un pugno in faccia ai mafiosi"

PalermoToday è in caricamento