Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Bara All'Olivella

"Il suo neoliberty ponte tra architettura e urbanistica": un largo ricorda Gae Aulenti

Intitolato all'architetto lo spazio antistante il Palazzo Branciforte

Da ieri lo spazio che si trova alle spalle di Palazzo Branciforte porte il nome di largo Gae Aulenti, pseudonimo di Gaetana Aulenti. L'iniziativa, voluta dalla Fondazione Sicilia e da Zonta Palermo Triscele, per ricordare l'architetto che restaurò l'edificio, ha avuto il benestare dell'amministrazione comunale.

"Con il neoliberty - dichiara il sindaco Orlando alla scopertura della targa - realizzò un ponte tra l'architettura, che riguarda l'immobile, e l'urbanistica che riguarda la città, in questo luogo che è punto di confine tra città murata e la città liberty e che contiene veramente lo scrigno di alcuni tesori di Palermo: la biblioteca, così come la collezione della Fondazione Mormino, così come gli splendidi scaffali del Monte di Pietà Santa Rosalia, adesso impreziositi dalla collezione Cuticchio. Credo che sia un'altra conferma di una città ricca di storia, di tradizioni, di cultura e sempre più attrattiva".

“Attraverso il restauro di Palazzo Branciforte, Gae Aulenti, nel pieno della maturità artistica, da straordinaria professionista quale era, ha dato il via a una rinascita in chiave contemporanea di questa dimora patrizia del Cinquecento – dice Raffaele Bonsignore, presidente di Fondazione Sicilia – restituendo orgoglio al passato ma sempre con uno sguardo al futuro. Sempre di più, oggi, la nostra fondazione è in linea con questa visione, e si propone di fare da testa di ponte tra le eccellenze del territorio e le realtà internazionali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il suo neoliberty ponte tra architettura e urbanistica": un largo ricorda Gae Aulenti

PalermoToday è in caricamento