Cronaca

Terrasini, intitolato a Pio La Torre immobile confiscato sede di uffici comunali

L’edificio, riqualificato grazie a due finanziamenti del Ministero degli Interni, si trova in corso Vittorio Emanuele III. All'ingresso è stata affissa una targa ed è stato realizzato un murales che ritrae il sindacalista ucciso dai mafiosi

Il murales

Terrasini onora il sacrificio di Pio La Torre. Intitolato al sindacalista e leader comunista, ucciso dai mafiosi, il bene confiscato e oggi l’edificio comunale in corso Vittorio Emanuele III, sede degli uffici tecnici, anagrafici, acquedotto. All'ingresso è stata affissa una targa ed è stato realizzato, dal maestro Vito Cardinale, un murales che ritrae l'"esponente politico e uomo delle istituzioni, esempio di rigore morale e di impegno contro la mafia". L'immobile è stato riqualificato grazie a due finanziamenti del Ministero degli Interni.

"Ci è sembrato doveroso, in accordo con gli uffici, con la commissione consiliare, con consiglieri e assessori, intestare questo edificio - dichiara il sindaco Giosuè Maniaci - a Pio La Torre, un siciliano vero, che si è battuto per la legalità, i diritti, il rispetto della persona, ed è stato l'autore della legge che porta il suo nome sulla confisca dei beni ai mafiosi". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, intitolato a Pio La Torre immobile confiscato sede di uffici comunali

PalermoToday è in caricamento