menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto di Vincenzo Mirabile incendiata in piazzetta della Pace

L'auto di Vincenzo Mirabile incendiata in piazzetta della Pace

Intimidazione a un funzionario Reset, incendiata la sua auto in piazza della Pace

Vicino alla Smart di Vincenzo Mirabile, capo del personale della partecipata, è stata trovata una bottiglietta dove ci sarebbe stato del liquido infiammabile. Perniciaro: "Non voglio pensare che ci sia un collegamento coi nostri lavoratori"

Possibile intimidazione a un funzionario della Reset, incendiata la sua auto in piazza della Pace. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire nei pressi del carcere Ucciardone per domare le fiamme che la scorsa notte hanno avvolto la macchina di Vincenzo Mirabile. Sul posto anche la polizia, che cercherà di accettare l’origine del rogo. Vicino all’auto è stata trovata una bottiglietta che presumibilmente conteneva liquido infiammabile. "Come spesso accade nessuno ha visto nulla - spiega il presidente della società partecipata, Antonio Perniciaro - e saranno le indagini della Digos a chiarire i contorni della vicenda".

Mirabile, in servizio presso la società ex Gesip, è il capo del personale. Ma il presidente della Reset, almeno in queste prime battute, non se la sente di puntare il dito contro nessuno. "Non mi va di sbilanciarmi - spiega Perniciaro - anche perché nell’ultimo periodo non è stato registrato alcun particolare problema, nulla di diverso dalla routine. Sin dall’inizio abbiamo provato a cambiare il clima in azienda, occupandoci degli orari di lavoro, migliorando l’organizzazione e i servizi. E’ possibile che si siano venuti a creare dei malumori, ma dubito che possa esserci un collegamento". La polizia intervenuta sul posto sta cercando nella zona le telecamere che potrebbero aver immortalato la scena.

"A Vincenzo Mirabile - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - esprimo la mia personale solidarietà e quella di tutta l'Amministrazione comunale, per un gesto che qualifica come farabutti criminali coloro che l'hanno compiuto. Nessun gesto violento e nessuna intimidazione compiuta da qualche singolo potrà fermare l'azione di risanamento e di legalità che ha fatto oggi della Reset un vero fiore all'occhiello di questa amministrazione, i cui dipendenti sono nella stragrande maggioranza impegnati a fornire servizi alla città, avendo definitivamente chiuso il vergognoso capitolo della Gesip, fatto di ruberie, favoritismi e skipper": 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento