rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Alla ricerca della legalità, il capo dei vigili: "Più controlli nei mercatini, staneremo i posteggiatori abusivi"

Margherita Amato, prima donna a guidare la municipale, promette d'incrementare i pattugliamenti per la lotta a "chi estorce denaro agli automobilisti" e interventi contro chi sporca o non è in regola. "Organico sottodimensionato, da ottobre più ore per i part time". Multe, nel 2022 già riscossi 10 milioni. Incidenti? "Servono più autovelox fissi"

Più controlli nei mercatini per opporsi al proliferare degli ambulanti non autorizzati e per vigilare sul corretto conferimento dei rifiuti da parte dei venditorii in regola; guerra ai parcheggiatori abusivi, con pattugliamenti nelle zone più "calde" a partire da metà ottobre, "nuovi autovelox sulle grandi arterie, non per fare cassa ma per ridurre il trend degli incidenti", che resta costante, anche se quest'anno ad esempio non si è ancora verificato nessun mortale in viale Regione Siciliana. Mentre nei tre anni precedenti se ce sono stati complessivamente 8.

E' questa la ricetta del comandante della polizia municipale, Margherita Amato, per riportare ordine e legalità in quelle che oggi sono zone franche in mano a incivili e delinquenti. Il capo dei vigili parte dai numeri per affrontare le questioni strategiche per il corpo che dirige dal mese di maggio - prima da facente funzioni dopo il pensionamento di Vincenzo Messina e poi con l'incarico conferito dal sindaco Lagalla - e indicare gli obiettivi prefissati. A partire dalla riduzione degli incidenti. "Un risultato possibile proprio grazie all'installazione degli autovelox fissi, che sicuramente incrementeremo". Dal 2019 ad agosto del 2022, gli incidenti sono in calo: si è passati infatti da un totale di 3.192 (con 2.514 feriti e 31 morti) a 2.039 (con 1.465 feriti e 13 morti finora). 

"Social e buon senso, così avvicino i vigili ai cittadini" | L'intervista video

"Indubbiamente - prosegue Amato, prima donna alla guida della polizia municipale di Palermo - la tecnologia è un deterrente alle infrazioni del Codice della Strada, come ad esempio l'eccesso di velocità, causa principale di molti incidenti". Oltre agli autovelox, anche le telecamere "giocano" un ruolo importante nell'accertamento delle violazioni. Le più frequenti restano la sosta delle auto sulle strisce pedonali, i parcheggi in divieto di sosta e in doppia fila.

Se il 2020 non fa testo perché il lockdown ha fatto crollare il numero delle contravvenzioni, visto che la gente è stata costretta a stare per due mesi a casa e il Comune ha spento per lunghi periodi le telecamere della Ztl, nel 2021 gli agenti di polizia municipale ne hanno elevate 242.567. Alle quali vanno aggiunte le 304.542 trasgressioni riscontrate nella Ztl. L'importo totale delle multe ammonta a 50,9 milioni. Quest'anno invece siamo a 212.657 multe, più altre 302.523 per la Ztl, per complessivi 61,9 milioni. Di questi nelle casse del Comune sono già entrati 10,1 milioni, pari al 16% (in tutto il 2021 si sono incamerati 9,6 milioni, ovvero il 18%).

"Con le telecamere - fa notare il comandante Amato - è aumentato il lavoro interno di lettura ed elaborazione dei dati raccolti. Resta però il problema della carenza di vigili: rispetto ad una dotazione organica di 1.733 unità, l'organico conta oggi 921 agenti. Il 30% dei quali ha limitazioni al servizio esterno. Inoltre va rammentato che dopo i 57 anni i vigili non possono più fare il servizio notturno".  

Per aumentare la presenza sul territorio degli agenti, l'amministrazione comunale utilizzerà 2 milioni circa provenienti dal ministero dell'Interno per consentire a chi ha il contratto part time di fare un giorno in più di lavoro a settimana, 4 giorni in più al mese. "Già dall'inizio del prossimo mese, con la firma di questi contratti di prestazione d'opera, incrementeremo i servizi su strada. I fondi basteranno per due anni, nelle more l'auspicio è che il Comune proceda a nuove assunzioni. L'attenzione dell'amministrazione nei confronti del corpo di polizia municipale non manca".

Intanto Margherita Amato sta lavorando sul rapporto con i cittadini: molto attiva sui social, il comandante dei vigili spiega che ogni giorno riceve le segnalazioni più disparate. "Io - dice - rispondo a tutti, lo faccio affinché i palermitani possano sentire la vicinanza delle istituzioni. A prescindere se le segnalazioni riguardano o meno competenze in capo alla polizia municipale". L'obiettivo è anche quello di sfatare alcuni luoghi comuni: "Il vigile - prosegue Amato - non è un nemico del cittadino perché fa le multe ma è e deve essere un punto di riferimento. Sono stata sempre dell'idea che la norma va umanizzata, ma serve anche la collaborazione dei cittadini. E' impensabile mettere una pattuglia ad ogni incrocio, ci vuole senso civico. Laddove non c'è o si viola la legalità interveniamo noi".

Uno dei fenomeni illegali più odiosi e anche pericolosi, in quanto spesso sotto il controllo della mafia, è rappresentato dai parcheggiatori abusivi. Contro di loro il comandante annuncia il pugno duro: "Per stanare gli abusivi interverremo attraverso un'organizzazione strategica, concentrandoci nelle strade in cui il fenomeno è più diffuso. Di fatto si tratta di un'estorsione ai danni degli automobilisti, ma cogliere i posteggiatori abusivi in flagranza di reato non è semplice perché non trasportando merce possono sempre allontanarsi facilmente".  

Il controllo dei mercatini invece dovrebbe essere più agevole, tanto che Amato va oltre le promesse: "A garanzia di chi lavora in modo regolare e dei cittadini consumatori è senza dubbio indispensabile rendere più sicuri i luoghi in cui si svolgono i mercatini rionali e tutelare l'ambiente. Il numero dei mercatini è cresciuto e tutti meritano di essere controllati, dai quartieri centrali alle periferie". Finora la pulizia dopo i mercati è stata una chimera e per quanto la Rap possa effettuarla celermente, l'immondizia finisce per sparpagliarsi un po' ovunque.

A mancare in questi anni è stata anche la volontà politica di mettere ordine in un settore, quello dell'ambulantato, che troppo spesso viene esercitato fuori dalle regole. "Non esiteremo a sanzionare chi abbandona rifiuti anziché conferirli correttamente, sversa per strada gli scarti di pesce o altri prodotti alimentari. Naturalmente anche Comune e Rap devono fare la propria parte fornendo bagni chimici e contenitori per la raccolta della differenziata. Ci sarà un piano programmato, per step. Con il personale a disposizione è utopia dire che li controlleremo tutti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla ricerca della legalità, il capo dei vigili: "Più controlli nei mercatini, staneremo i posteggiatori abusivi"

PalermoToday è in caricamento