Cronaca Cefalù

Rinviati 9 interventi per pazienti oncologici: "Serve sangue all'ospedale di Cefalù"

A lanciare l'appello per cercare donatori è il direttore dell'Unità operativa di chirurgia del San Raffaele Giglio, Guido Martorana: "In estate il problema si acuisce. Basta andare in un centro trasfusionale ed è fatta"

Nove interventi per pazienti oncologici bloccati per la mancanza di sangue. A lanciare l’allarme è il dottore Guido Martorana, che dirige l’unità operativa di Chirurgia del San Raffaele Giglio di Cefalù, cercando di fare breccia nel cuore dei volontari per chiedere loro di donare e consentire alle equipe sanitarie di riprogrammare le operazioni. "Sette pazienti con tumore al colon, due con tumore allo stomaco. Pazienti - scrive lo specialista - che non riusciamo a operare. Aiutateci".

La carenza di sangue, in Sicilia, sembra ormai un problema costante che ciclicamente si acuisce con l’arrivo dell’estate. "Quest’anno - spiega il dottore Martorana a PalermoToday - la situazione appare più grave. Ci siamo trovati costretti a rinviare gli interventi. Ne abbiamo programmati quattro per la prossima settimana ma speriamo di farne almeno due. Lancio un appello a tutti: donate! Per farlo basta andare in un centro trasfusionale ed è fatta. La nostra Banca del sangue è molto operativa e cerca continuamente, ma ovunque si tengono stretti le riserve minime per le emergenze".

Già ieri il direttore generale dell'azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello, Walter Messina, aveva avviato una piccola campagna di sensibilizzazione per tentare di colmare il gap tra le riserve di sangue e il fabbisogno annuo. "Servono 23 mila unità all'anno, 12 mila per il Cervello e 11 mila per Villa Sofia). La sola Unità operativa di malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici, dove sono in cura 200 pazienti talassemici che necessitano di trasfusioni ogni 2-3 settimane, assorbe un fabbisogno di circa 5.300 unità ogni anno".

Donare "è un gesto di grande solidarietà - ha detto il presidente della Fondazione Giovanni Albano - che diventa un salvavita per i pazienti oncologici che attendono di essere trattati chirurgicamente". "Purtroppo - aggiunge il direttore sanitario Salvatore Vizzi - la carenza di sangue è un problema che ci troviamo a fronteggiare, noi come altre strutture, ogni anno nel pieno della stagione estiva. Da qui il nostro invito a donare prima delle vacanze". E’ possibile donare presso il Centro trasfusionale dell’Asp 6, presente all’interno della Fondazione Giglio, dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinviati 9 interventi per pazienti oncologici: "Serve sangue all'ospedale di Cefalù"

PalermoToday è in caricamento