Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

“Falcone e Borsellino due terroni” Insulti su Facebook: in 3 a processo?

Il pm Geri Ferrara ha chiuso le indagini: ipotizzati i reati di istigazione a delinquere e diffamazione aggravata. Crearono un gruppo mettendo sull'home page la foto dei due con la scritta "bang"

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i giudici uccisi dalla mafia

Crearono un gruppo su Facebook insultando vergognosamente la memoria dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, simboli dell’antimafia, trucidati da Cosa nostra per il loro impegno e le loro indagini. “Due terroni in meno” recitava uno dei commenti vergognosi scritti all’interno della pagina. Adesso, secondo quanto si legge sul sito Repubblica.it, il pm Geri Ferrara ha chiuso le indagini su A. e S. F., due fratelli di 25 e 27 anni originari di Manduria (provincia di Taranto) ma residenti in Friuli e A.G., 28 anni, della provincia di Torino. Per loro si ipotizza il reato di istigazione a delinquere e diffamazione aggravata.

I tre, amministratori del gruppo denominato “Falcone e Borsellino falsi eroi”, avevano disseminato il social network di valutazioni negative e offese contro i due giudici. La polizia postale, allertata dalle denunce di altri utenti di Facebook, partite da Palermo, aveva dapprima provveduto a far chiudere il 16 marzo 2010, e poi individuato i tre indagati, registrati con degli pseudonimi. Sulla home page c'era un fotomontaggio delle immagini dei due magistrati, con la scritta “bang” sul petto di Falcone, raffigurato con un occhio nero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Falcone e Borsellino due terroni” Insulti su Facebook: in 3 a processo?

PalermoToday è in caricamento