Svolta nell'omicidio Fragalà, parla un nuovo pentito: "Il boss Di Giovanni il mandante"

Questa volta a fare questo nome è Francesco Paolo Lo Iacono. Prima di lui, ai pm di Palermo, lo aveva già fatto un altro collaboratore di giustizia, Francesco Chiarello

Svolta sull'omicidio dell'avvocato Enzo Fragalà. Alla vigilia della requisitoria, prevista per l'udienza di domani, la procura di Palermo ha depositato oggi i verbali di un nuovo collaboratore di giustizia, Francesco Paolo Lo Iacono. Il pentito accusa il presunto mandante dell'omicidio. Si tratta di Gregorio Di Giovanni, boss del mandamento di Porta Nuova che era stato arrestato poco tempo fa nell'ambito di un'inchiesta sui traffici di droga della mafia.

Il nome di Di Giovanni, come mandante dell'omicidio, era già stato fatto ai pm di Palermo da un altro pentito, Francesco Chiarello. Ma non furono raccolti indizi sufficienti per proseguire l'indagine. Fragalà, uno dei più noti avvocati di Palermo, fu aggredito nel febbraio del 2010 e morì dopo alcuni giorni di agonia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Torna a casa e lo trova in camera da letto: ladro arrestato mentre si cala dalla grondaia

Torna su
PalermoToday è in caricamento