"Sorpresi" a operare nella clinica palermitana: licenziati due medici

A distanza di oltre quattro anni dal blitz dei Nas alla clinica Macchiarella, l'Asp di Trapani ha licenziato i due medici del pronto soccorso dell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala che nel marzo 2016 rimasero coinvolti nell’inchiesta della Procura di Palermo

A distanza di oltre quattro anni dal blitz dei Nas alla clinica Macchiarella, l'Asp di Trapani ha licenziato i due medici del pronto soccorso dell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala che nel marzo 2016 rimasero coinvolti nell’inchiesta della Procura di Palermo sulla clinica privata di viale Regina Margherita, alla Zisa.

I due licenziati (non saranno più in servizio a partire da agosto) sono Salvatore Pedone e Guglielmo Sirna Terranova. A entrambi venne contestato di aver partecipato ad alcune operazioni chirurgiche nonostante i loro nominativi non risultassero nei registri. Pedone e Sirna Terranova furono trovati in sala operatoria durante un intervento di ricostruzione del seno ma non avevano la liberatoria dell’Asp di Trapani. I loro nomi, infatti, non risultavano nella cartella clinica della paziente sotto i ferri. Interrogati, i due medici avrebbero risposto: “Eravamo liberi e siamo venuti a Palermo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’inchiesta sulla clinica palermitana, avviata due anni prima del blitz, vide coinvolte altre persone: Biagio Macchiarella, socio dell’omonima clinica convenzionata, il direttore della struttura Giovanni Barbaro e Antonio Tateo, chirurgo plastico originario di Bari ma residente a Pavia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento