A Palermo 20 mila famiglie povere, un alunno su tre si ferma alla terza media

I dati choc emergono dall'indagine sulla situazione socio-economica del capoluogo siciliano, voluta dal Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza del Comune: "Ci sono bambini che non sono mai andati in una libreria o al cinema"

Ventimila famiglie palermitane vivono in povertà assoluta e oltre un giovane su tre ha un livello di istruzione bassissimo: solo la licenza di scuola media. E’ questo il risultato choc della prima indagine conoscitiva sulla situazione socio- economico del capoluogo siciliano, voluta dal Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune, Pasquale D’Andrea. Ma la lista dei dati che non fanno ben sperare per il futuro non finisce qui. Lo studio guarda con particolare attenzione alla condizione socio economica dei minori, i cittadini palermitani del futuro: sono 679 quelli che vivono in condizioni di grave disagio e soltanto il 6% frequenta l’asilo nido, a fronte di una media nazionale del 13%. Diminuiscono anche i bambini che frequentano la scuola materna. La proiezione per l’anno scolastico 2016/2017 prevede 19.042 alunni, in diminuzione del 3% rispetto all’anno scolastico 2015/2016 e del 5,5% rispetto all’anno scolastico 2014/2015.

“Se vogliamo fare di Palermo una città a vocazione turistica dobbiamo chiederci cosa stiamo facendo per formare i cittadini del domani - afferma Pasquale D'Andrea, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune di Palermo -. E’ impressionante sapere che molti bambini e bambine non sono mai andati in una libreria o visto un film al cinema”. Essendo la strada sicuramente in salita, il Garante suggerisce di cominciare a percorrerla subito. "Solo così facendo - conclude D'Andrea - si potrà evitare di restare indietro per sempre, rispetto al resto dell’Italia e dell’Europa”. 

Dati demografici - Palermo si conferma la quinta città d’Italia per dimensione demografica, dopo Roma, Milano, Napoli e Torino, e prima di Genova ma si registra un minimo storico per quanto riguarda il numero delle nascite. Secondo gli ultimi dati (2015) si sono registrati 6.213 nati nonostante l’aumento dell’1,3% rispetto all’anno precedente. Il numero dei decessi invece è cresciuto (+4,1%) rispetto all’anno precedente, attestandosi a 6.571 unità. La popolazione sta quindi invecchiando. 

Reddito - Anche se sono circa 20 mila le famiglie che vivono in povertà assoluta, le domande per il Sia, (il Sostegno per l'inclusione attiva del Governo che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate) sono poco più di 10 mila, a fronte un’attesa di 18 mila. Il dato lascerebbe ipotizzare che le 8 mila famiglie, che ancora non hanno presentato domanda in parte potrebbero non esserne a conoscenza, oppure che molte fanno parte di quel sommerso e illegale fortemente presente in città. 

Il grado di scolarizzazione - Solo il 12,3% della popolazione residente ha la laurea. Le persone in possesso di diploma terziario del vecchio ordinamento e diplomi A.F.A.M.1 sono 2.814 (0,5%). I diplomati sono 173.344 (28%). I palermitani in possesso di licenza di scuola media inferiore o di avviamento professionale sono 186.404 (30,1%). Si fermano alla licenza di scuola elementare 120.627 studenti (19,5%). Gli alfabeti privi di titolo di studio sono 49.956 (8,1%), e gli analfabeti sono 10.299 (1,7%).

Il potenziale scolastico della scuola primaria - Gli alunni potenziali della scuola primaria per l’anno scolastico 2016/2017 sono stimati in 35.910, in diminuzione dell’1,5% rispetto all’anno scolastico 2015/2016 e del 3% rispetto all’anno scolastico 2014/2015. Nella ripartizione per quartiere, le maggiori diminuzioni rispetto all’anno scolastico 2014/2015 degli alunni potenziali della scuola primaria si registrano nei quartieri Boccadifalco (-14,8%), Tribunale Castellammare (-8,8%) e Noce (-7,7%). Gli alunni potenziali sono invece aumentati nei quartieri Cuba-Calatafimi (+2,9%), Zisa (+2,1%), Borgo Nuovo (+2%) e Libertà (+1,8%). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il potenziale scolastico della scuola secondaria di primo grado - Gli studenti potenziali per l’anno scolastico 2016/2017 ammontano a 20.872, in leggero aumento rispetto all’anno scolastico 2015/2016 (+0,6%) e lievissima flessione rispetto all’anno scolastico 2014/2015 (-0,1%). Nella ripartizione per quartiere, le maggiori diminuzioni rispetto all’anno scolastico 2014/2015 degli alunni potenziali della scuola secondaria di primo grado si registrano nei quartieri Altarello (-7,9%), Arenella-Vergine Maria (-6,9%) e Partanna Mondello (-5%). I maggiori incrementi si registrano invece nei quartieri Tommaso Natale-Sferracavallo (+7,1%), Uditore-Passo di Rigano (+5,7%), Politeama (+3,3%).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento