Cronaca

Tram, appalto e varianti sotto la lente della Corte dei conti

Se da una parte è stato archiviato il caso nei confronti dell’ex direttore generale dell’Amat Domenico Caminiti, dall’altra i giudici contabili passeranno al vaglio numeri, consulenze e varianti dell’opera costata oltre 300 milioni, 88 in più del previsto secondo la Finanza

L’appalto del tram finisce sulle scrivanie dei giudici contabili, impegnati a trovare eventuali danni all'erario pubblico. Dopo l’archiviazione del caso nei confronti dell’ex direttore generale dell’Amat Domenico Caminiti, responsabile unico del procedimento, la grande opera di trasporto inaugurata pochi giorni fa, e costata 320 milioni, passa sotto la lente della Corte dei conti. L’invito arriva direttamente dal Nucleo di polizia tributaria della Finanza, secondo cui l’esecuzione del progetto sarebbe costata 88 milioni di euro più del previsto.

I principali profili di irregolarità riguarderebbero la realizzazione del sistema tranviario. "Le problematiche rilevate sono molteplici e per lo più legate alla gestione dell'appalto in fase esecutiva", avevano scritto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone e la sua equipe di lavoro. Sotto controllo consulenze e perizie affidate nel 2005 e le successive varianti, oltre alle pratiche di esproprio dei terreni, alcune presunte carenze di documentazione da parte delle ditte appaltatrici e "piccoli" errori progettuali che "hanno reso successivamente necessario - aggiungono i pm - il ricorso ad onerose opere in variante".

La gara, infatti, venne aggiudicata nel 2006 per poco meno di 192 milioni di euro e due anni dopo non si vedeva ancora neanche l’ombra del progetto esecutivo. Per questa ragione si è proceduto per stralci, senza tutte le necessarie autorizzazioni. Su questo, e sula scorta degli accertamenti della Finanza, che bisognerà valutare se ci siano state delle colpe o delle (parziali) imperizie tecniche. Un’indagine che ne arricchisce una precedente, quella relativa ai controlli delle "fiamme gialle" che hanno prelevato il fascicolo dell’appalto dagli uffici della Ragioneria generale del Comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tram, appalto e varianti sotto la lente della Corte dei conti

PalermoToday è in caricamento