Riprendono gli incontri con i giovani avvocati, l'Ordine: "Noi pronti, ora la parola al Tribunale"

I neo dottori in legge, con le dovute precauzioni, tornano a partecipare agli appuntamenti preparatori per la pratica forense. La vicepresidente dell'Ordine: "Riaprono bar e ristoranti, non ha senso tenere chiuse aule e uffici del tribunale"

Sono ripresi nella sede del consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo gli incontri organizzati dalla “Commissione accesso” con i giovani dottori in legge che si apprestano ad intraprendere la pratica forense. "Muniti dei necessari dispositivi di protezione, rispettando le distanze e tutte le opportune misure di sicurezza, abbiamo fortemente voluto riprendere questi importanti incontri  - dichiara il consigliere Giuseppe Siino - per i giovani che si apprestano alla professione forense”. Sebbene l’attività giudiziaria sia ancora ferma al palo, con questi incontri il consiglio dell’Ordine ha voluto mandare un segnale di ripresa delle ordinarie attività.

"In realtà - afferma la vicepresidente del consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo Simona Tarantino - non ci siamo mai fermati, poiché le attività del Consiglio connesse alla gestione della situazione emergenziale sono state intense. Ad ogni modo, con la ripresa totale di quasi tutte le attività abbiamo ritenuto doveroso ridare vita, sempre con le dovute precauzioni, alle nostre consuete attività. Come Ordine siamo pronti. Speriamo che il Tribunale si determini anche in tal senso: riaprono bar, ristoranti e centri estetici, non ha più senso tenere chiuse le aule e gli uffici del Tribunale, così disattendendo la tutela dei diritti dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento