Indagini / Resuttana-San Lorenzo / Viale Strasburgo

L'incidente in viale Strasburgo e la morte del diciottenne: la chiave del giallo dalle telecamere

Gli investigatori hanno acquisito i filmati ripresi all'altezza di via Belgio dove sabato è avvenuto il terribile impatto in cui ha perso la vita Gabriele Aserio. Alcuni testimoni dicono di aver visto un'auto allontanarsi, ma non è affatto chiaro se abbia avuto un ruolo nel sinistro. Il conducente rischia comunque una denuncia per omissione di soccorso

Si lavora sulle immagini riprese da alcune telecamere di sorveglianza presenti in viale Strasburgo per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente in cui intorno alle 4.30 di sabato ha perso la vita Gabriele Aserio, di appena 18 anni. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto un'auto andare via, ma nessuno ha indicato il mezzo come responsabile del sinistro. Ecco perché diventano fondamentali le immagini riprese: il conducente della macchina - che dai video potrà probabilmente essere individuato - rischia comunque una denuncia per omissione di soccorso.

Aserio era su uno scooter assieme a un amico, che è tuttora ricoverato in gravi condizioni a Villa Sofia. I due stavano tornando da una festa e, giunti all'altezza di via Belgio, si erano schiantati contro un albero. Resta da chiarire come siano andati esattamente i fatti e se l'auto che i testimoni dicono di aver visto allontanarsi abbia avuto un ruolo nell'incidente. Oggi intanto il procuratore aggiunto Ennio Petrighi, che coordina l'inchiesta, affiderà l'incarico per eseguire l'autopsia sul corpo del diciottenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incidente in viale Strasburgo e la morte del diciottenne: la chiave del giallo dalle telecamere
PalermoToday è in caricamento