Il ragazzo travolto in viale Regione, il racconto: "Il botto e le urla, poi quella scarpa davanti al cancello"

Una lettrice di PalermoToday ricostruisce gli attimi successivi all'incidente avvenuto all'altezza di via Perpignano, costato la vita ad Agostino Cardovino. Il ragazzo stava attraversando quando è stato travolto da una Dacia: "Una sola parola: straziante"

Il luogo dell'incidente

Un'intera zona svegliata da un rumore assordate, poi le urla, la richiesta disperata di aiuto. E ancora le sirene e il dolore per una vita spezzata a soli 17 anni, la disperazione dei genitori. "Una sola parola: straziante". Così una lettrice di PalermoToday racconta gli attimi successivi all'incidente avvenuto nella notte in viale Regione Siciliana, all'altezza di via Perpignano, costato la vita ad Agostino Cardovino. Il ragazzo stava attraversando quando è stato travolto da una Dacia. Un impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo.

"Erano le 3:40 del mattino e come al solito non riuscivo a prendere sonno - scrive D.M in un post su Facebook. - Tutto ad un tratto sento un botto così forte che saltai in aria, ma non mi sono alzata subito, purtroppo! Inizialmente pensai 'sarà stato un tamponamento di macchine' cosa che in viale Regione capita spessissimo, poi però, sentendo delle urla di una ragazza che chiedeva 'aiuto' sono uscita di corsa in ciabatte".

Viale Regione, travolto da un'auto mentre attraversa: morto ragazzo di 17 anni

fb-3"La prima cosa che ho notato -prosegue - era una macchina ferma con il vetro spaccato, una ragazza terrorizzata che faceva avanti e indietro piangendo, e poi un ragazzo disteso a terra. Subito dopo venne in soccorso un ragazzo con il motore e gli chiesi dall’altro lato della strada di provare ad avvicinare la mano nelle vie respiratorie del ragazzo ma senza toccarlo e ne sfiorarlo, per capire se respirasse o meno.. niente da fare.. morto sul colpo. Il ragazzino è stato investito da una macchina mentre stava attraversando il viale Regione, trascinandosi per circa 8 metri.. mi sono ritrovata la sua scarpa quasi fuori il mio cancello. Non voglio raccontare la reazione dei genitori, perché non esistono parole per descrivere ciò. Una sola parola: straziante. Ho dato loro dell’acqua, e giuro, non si può capire un dolore simile negli occhi di una madre. Ragazzi, quando guidate o state semplicemente attraversando la strada, vi prego di fare sempre attenzione".

E da quando gli amici di Agostino hanno saputo che il loro amico non c'è più, hanno iniziato a ricordarlo con post sui social, ma anche con uno striscione proprio davanti alla sua abitazione. Qui è comparso un lenzuolo bianco circondato da palloncini azzurri con scritto "Nessuno muore veramente sulla Terra finchè vive nel cuore di chi resta!!! Agostino vive".

striscione agostino incidente 21 giugno-2

"Non posso crederci ancora amico mio - si legge in un post su Facebook - ti scrivo e sto piangendo come un bambino. Non ci posso ancora credere, avevi solo 17 anni e una vita davanti. Adesso sei anche tu un angelo, ti raccomando fai il pazzo ribelle come facevi qua fai tremare il paradiso piccolo angelo". "Ancora non ci credo - scrive un'amica - non trovo le parole, hai lasciato un vuoto ed un dolore che non si spiega, buon viaggio vita mia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato il 21 giugno 2020 alle ore 15,18

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento