Incidenti stradali

Su Facebook le lacrime per Samir: "Tu come Sic, un grande campione"

Il trentacinquenne morto ieri in un incidente con la moto allo svincolo di Villabate. L'omaggio di chi frequentava la sua palestra Tiger King, a Portella di Mare: "Due uomini di sport morti in un solo giorno"

Samir Naser durante un allenamento in palestra

Samir è morto in moto come Simoncelli. Qualche ora dopo Simoncelli. Samir era un uomo di sport come Sic. Sulla prima pagina del Giornale di Sicilia  stamattina c'è la foto del riccioluto della MotoGp e accanto il titolo sull'incidente di Villabate che è costata la vita a Samir Naser, 35 anni, palermitano di padre libico e madre di Misilmeri. Amante delle arti marziali. Un campione anche lui, almeno per chi lo conosceva.

Samir, detto Tigre, dopo tanti sacrifici, da un anno aveva coronato il sogno di aprire una palestra. La Tiger King, a Portella di Mare, frazione di Misilmeri, presto è diventata un punto di riferimento per gli appassionati di attrezzi, tapis roulant, guantoni e parastinchi. La palestra ha una pagina su Facebook che da ieri pomeriggio è diventato il libro dove tutti lasciano il proprio ricordo di quel ragazzo tanto possente quanto disponibile.

Decine di messaggi, uno su tutti quello di Alessandro Sv: "Persona meravigliosa, umilissima, precisa, responsabile, forte, esauriente e mille e più aggettivi potrei elencare. Un maestro non solo nel campo della palestra ma anche di vita. Mi hai seguito 2 anni, mi hai consigliato sempre il meglio. Oggi passavo alle 13 dal luogo dell'incidente e mai al mondo potevo aspettarmi che quell'uomo eri tu. Mi mancherai da morire Maestro. Adesso lassù, mostra a tutti chi sei, Grande Uomo. Addio Samir". 

Lo sport ieri ha perso due uomini. Uno era conosciuto più o meno tutto il mondo, l'altro soltanto dalle sue latitudini. Lontani nella vita, vicini nella morte. E nel pensiero di chi adesso li ricorda entrambi sul pianeta Facebook, come Rita Carollo: "No, ditemi che non è vero vi prego. Due campioni in un solo giorno. Addio Samir". O come Girolamo Alongi: "E' incredibile ciò che succede. E' iniziata male con la morte di Sic e adesso Samir. Addio campione e amico. Avevi coronato il tuo sogno con la Tiger King, amavi il tuo lavoro, i tuoi allievi, non lasciavi mai nulla al caso e adesso lasci tutto. Ricorderò le tue pacche sulle spalle quando non riuscivo a fare un esercizio. Ciao Campione". 

 

 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su Facebook le lacrime per Samir: "Tu come Sic, un grande campione"

PalermoToday è in caricamento