menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pierina Chiofalo

Pierina Chiofalo

Investita mentre fa jogging a Bagheria, muore donna di 40 anni

Pierina Chiofalo amava la corsa: si stava allenando nella notte tra sabato e domenica quando è stata travolta da una Minicar. Si è arresa nel reparto di Rianimazione del Civico dopo tre giorni di agonia. La zia: "Una persona eccezionale"

Era stata travolta nella notte tra sabato e domenica fa mentre faceva jogging a Bagheria. Pierina Chiofalo, palermitana di 40 anni, è morta ieri pomeriggio: troppo gravi le ferite riportate dopo l'incidente. La donna si è spenta al Civico, nel reparto di Rianimazione. Mentre correva era stata falciata da una Minicar guidata da un ragazzo. L'impatto è stato frontale, infatti la donna correva controsenso come fa solitamente chi si allena in strada per motivi di sicurezza. L'incidente è avvenuto alle 3.30. Il giovane si è fermato per prestare i primi soccorsi: all'arrivo dei sanitari del 118 le condizioni della donna erano apparse già delicate.

Pierina Chiofalo era stata intubata e trasportata d'urgenza in ospedale, dove i medici hanno tentato di salvarle la vita. Ma le speranze si sono azzerate ieri pomeriggio. Nell'impatto aveva riportato la frattura delle gambe e delle vertebre, oltre a un trauma cranico e ferite all'altezza dei polmoni e dell'aorta.

L'incidente è avvenuto non lontano dal Museo Guttuso, all'altezza di un'autocarrozzeria. Pierina Chiofalo, single, viveva da sola. Amava la corsa e aveva già partecipato a numerose corse. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria del Civico ed è a disposizione della magistratura. "Pierina era piena di vita - racconta la zia a PalermoToday - ed era sempre allegra, amava la musica e i concerti. Solare e indipendente, era una donna eccezionale. L'avevo vista tre settimane fa a Balestrate. Dormiva poco, magari sabato notte avrà pensato bene di allenarsi per una corsetta e poi rientrare. Infatti non aveva chiuso la porta a chiave. Non aveva con sé i documenti".

Il dolore è esploso nella sua bacheca Facebook. "Sarai sempre nel mio cuore - scrive un amico -. Vivrai fino all'ultimo battito, mio caro angelo". Indagini ancora in corso per stabilire l'esatta dinamica dei fatti. Decisive potrebbero essere le telecamere piazzate nella zona, che potrebbero aver ripreso le fasi dell'incidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento