Incrocio tra via Terrasanta e via Costantino, "Occorre modifica della segnaletica"

La chiede Domenico Macchiarella, consigliere dell'Ottava circoscrizione, dopo l'incidente di lunedì scorso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In merito allo spettacolare incidente occorso ieri pomeriggio all'incrocio tra via Terrasanta e via Domenico Costantino, dove un furgoncino e una vettura si sono scontrati, comunico che è in corso da mesi una vera e propria disputa tra il sottoscritto consigliere e la amministrazione comunale, in seguito a segnalazioni dei residenti, e supportato dalla verifica dei dati frutto dei rilevamenti delle forze dell'ordine in merito al numero e alla dinamica degli incidenti accorsi all'altezza del suddetto incrocio.

E' stata da me presentata in data 24-01-2013 una prima mozione avente oggetto: “ Richiesta di intervento urgente di modifica della segnaletica stradale all'incrocio tra via D. Costantino e via Terrasanta”, presentata al consiglio dell'VIII Circoscrizione di Palermo e dallo stesso esitata con parere positivo. In seguito ho più volte chiamato personalmente l'ing. Salfi responsabile del servizio, segnalando la pericolosità dell'incrocio chiedendo all'ing. Salfi di intervenire con dei dissuasori, dossi o quant'altro fosse possibile per arginare il fenomeno incredibile in termini numerici di incidenti in questo incrocio. "Purtroppo" nonostante la dinamica quasi sempre mortale degli incidenti (una volta ho personalmente soccorso dei carabinieri rimasti travolti con la loro vettura d'ordinanza da una seconda vettura proveniente da via terrasanta), effettivamente a fronte dei tanti feriti lievi e più gravi, non c'è però mai stato un vero e proprio morto, questo mi fa pensare che sarebbe stato l'unico modo di convincere gli uffici a provvedere.

L'unica cosa che ho ottenuto è stata il cambiamento della segnaletica da "triangolo" a "stop", ma appena istallato ho provveduto con immediatezza a presentare una nuova mozione che spiega chiaramente che si tratta di una soluzione insufficiente, ci vorrebbero per lo meno dei segnali colorati per terra, uno specchio tondo in alto per rendere visibile il sopraggiungere dei veicoli e un dissuasore di velocità.

Torna su
PalermoToday è in caricamento