menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Giglio

L'ospedale Giglio

L'incidente in autostrada a Cefalù, la vita del 38enne ferito resta appesa a un filo

E' ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Giglio in prognosi riservata. L'auto su cui viaggiava è finita contro un autocarro fermo lungo la corsia d'emergenza per soccorrere una Bmw che era finita fuori strada. Nell'impatto ha perso la vita il padre Vincenzo, 75 anni

Restano gravissime le condizioni di Giuseppe Nicoletti, il 38enne rimasto coinvolto il 30 dicembre nell’incidente sull’autostrada Palermo-Messina, poco prima dello svincolo di Cefalù. Nicoletti era in auto con il padre quando il mezzo è finito contro un autocarro fermo lungo la corsia d'emergenza per soccorrere una Bmw che era finita fuori strada. Un impatto violentissimo. Il padre Vincenzo, 75 anni, è morto sul colpo, mentre il 38enne è stato condotto in ospedale in codice rosso. E' stato operato all'addome e al torace. Poi il trasferimento in Terapia intensiva. 

"Il paziente  - spiegano dalla direzione sanitaria della Fondazione Giglio, smentendo la notizia del decesso riportata su alcuni organi di informazione -  è ricoverato nel reparto di Terapia intensiva della Fondazione Giglio di Cefalù ed è tenuto in vita grazie alla ventilazione assistita. Il quadro clinico è in costante valutazione. La prognosi è riservata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento