Sabato, 23 Ottobre 2021
Incidenti stradali Libertà / Piazza Unità D'Italia

Piazza Unità d'Italia, la movida si ferma per salutare Alessandro Nasta

Il noto pr è rimasto vittima di un incidente stradale in via Pietro Bonanno. Amici e conoscenti lo hanno ricordato in uno dei luoghi simbolo delle "serate" cittadine

Un silenzio quasi irreale, occhi lucidi e incredulità. Il popolo della notte si è fermato, ieri sera, per ricordare Alessandro Nasta. Il noto pr è morto in un incidente stradale in via Bonanno, mentre rincasava. Immediatamente sui social network sono apparsi i post di quanti lo conoscevano. E proprio da Facebook è stata lanciata l'idea: ritrovarsi in piazza Unità d'Italia, crocevia di tante serate, per ricordarlo.

Nasta era un personaggio molto conosciuto in città, l'"anima" dei locali notturni. Alcuni pub e ristoranti lo hanno ricordato con fotografie e anneddoti sulle proprie pagine Facebook. I gestori de "La Cuba" hanno deciso di abbassare la saracinesca. Con il suo socio Alessandro Alessi, Nasta aveva organizzato per la notte tra venerdì e sabato la festa di inaugurazione del locale.

"Ciao Socio - scrive sulla propria bacheca Facebook Alessi - oggi è Venerdì e come sempre, quasi da rito, dicevamo 'il venerdì é la nostra serata'. Bene. Quante volte ci sentivamo al giorno prima di ogni venerdì?? Quante volte ci siamo urlati per telefono per stabilire come gestire la serata: non trovavamo mai un accordo, eravamo sempre su due linee diverse, tu volevi fare la guerra ed io che cercavo di farti ragionare.... E ci riuscivo sempre, anche perché ti conoscevo così bene che sapevo prevedere le tue risposte, perché eravamo soci ma sempre complici per l'obiettivo comune del divertimento, una competizione sana che stimola due soci che si sfidano a dare il meglio:  'Compare, oggi ci ha pensato il Nasta a chiudere più tavoli' e quando ne chiudevo più io dovevi sempre cadere in piedi e ti difendevi con delle scuse che mi facevano troppo ridere, modello 'compare niente da fare avevo il cell. scarico.' Oggi è venerdì. Il tavolo lo abbiamo chiuso stretti tra gli amici che più ti vogliono bene e che hanno cenato a bocconi amari con risate isteriche ricordando i tuoi modi di fare. Ora voglio solo dirti che non ti dimenticherò mai. Buona notte Ale".

LEGGI ANCHE - IL RITRATTO DI NASTA: L'ANIMA DELLE NOTTI PALERMITANE

"Eravamo in tanti ed eravamo veri (non c'erano presenze di facciata) tutti per augurarti buon viaggio Ale - ricorda un amico -,tanto sei solo andato a vedere che c'è dall'altro lato prima di noi. La tua lista più bella Nasta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Unità d'Italia, la movida si ferma per salutare Alessandro Nasta

PalermoToday è in caricamento