menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Incidente all’Addaura, ubriaco travolge due ragazzi in moto e scappa: denunciato

Un 51enne è stato indagato per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza: aveva un tasso alcolemico nel sangue di circa 1,3 g/l. I giovani feriti sono stati ricoverati a Villa Sofia. Uno di loro ha perso tre dita di un piede ma i medici proveranno a salvare l'arto

Ubriaco alla guida travolge con la sua auto presa a noleggio due giovani su una moto all'Addaura e scappa, ma viene rintracciato poche ore dopo vicino casa. Un 51enne è stato denunciato dalla polizia municipale per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Al momento dell'incidente avvenuto domenica sera nel lungomare Cristoforo Colombo, all'altezza del Roosvelt, aveva infatti un tasso alcolemico pari a 1,3 g/l. I due ragazzi rimasti feriti - il diciassettenne A.T. e il ventenne L.S. - sono stati ricoverati a Villa Sofia. Il più grande dei due, operato d'urgenza, ha perso nell'impatto tre dita di un piede ed è stato posto sotto sedazione.

A lanciare l'allarme quella sera sono stati alcuni amici dei due ragazzi, che si trovavano in locale non distante dal punto cui è avvenuto l'incidente. "Mio figlio e il suo amico - racconta a PalermoToday la madre del diciassettenne ferito - si trovavano in quella strada maledetta. Da quel che mi è stato riferito l'automobilista percorreva la stessa via nella direzione opposta quando avrebbe svoltato tagliando loro la strada. Nella manovra ha colpito in pieno lo scooter, facendoli 'volare' oltre il muretto. E sarebbe pure sceso a controllare le loro condizioni prima di andare via. Gli amici di mio figlio, sentendo il botto, si sono avvicinati e hanno visto lo scooter a terra. Quindi hanno iniziato a cercare lì vicino utilizzando le torce per fare luce e li hanno trovati".

Poco dopo sono intervenuti gli agenti dell'Infortunistica, le volanti della polizia e i sanitari del 118. I due ragazzi feriti, che si trovavano in sella a un Honda Cb500, sono stati portati d'urgenza al Trauma center di Villa Sofia. "Mio figlio - spiega ancora la donna - ha riportato una frattura all'omero, ha una spalla lussata e un trauma cranico, tanto che non ricodava nulla e il giorno successivo non ci stava con la testa, ma poteva andare peggio. Il suo amico invece è stato operato d'urgenza, nella speranza di salvargli il piede". Qualcuno che aveva assistito alla scena, nei momenti successivi all'incidente, è riuscito però ad annotare parte della targa con una foto scattata con lo smartphone.

Grazie a questa immagine la polizia, intervenuta per la fuga dell'automobilista, è riuscita a rintracciare il 51enne che sarebbe stato poi accompagnato in ospedale per gli esami del sangue. A causa del tasso alcolemico emerso grazie ai test i vigili hanno proceduto con la sospensione della patente che, come previsto dal Codice della strada, potrebbe arrivare fino a un anno. "È giusto che tutti sappiano cosa è successo - conclude la madre - e a cosa si rischia di andare incontro per strada. Mi fa però male pensare che questa persona, che definisco incosciente per non dire altro, sia libera di andare in giro quando ha rischiato di ammazzare due ragazzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento