rotate-mobile
Cronaca Politeama / Via Nicolò Garzilli

Palermo dice addio all'agente di polizia travolto in autostrada

Nella chiesa di Sant'Espedito la cerimonia funebre di Nicola Scafidi, il poliziotto palermitano investito e ucciso da un furgone in Piemonte, mentre era in servizio. Il feretro, avvolto nella bandiera tricolore, è stato salutato da un lungo applauso

Una folla commossa ha salutato per l'ultima volta Nicola Scafidi, il poliziotto palermitano investito e ucciso martedì sera da un furgone in Piemonte mentre era in servizio.

Scafidi, 28 anni, è stato ricordato da parenti, superiori, colleghi e amici. Alla cerimonia, celebrata nella chiesa di Sant'Espedito in via Garzilli, erano presenti anche il questore Guido Longo e il sindaco Leoluca Orlando. L'uscita del feretro, avvolto nella bandiera tricolore, è stata accompagnata da un lungo applauso.

L’agente morto era capopattuglia: lavorava dal 2012 in Piemonte, nel comando di Novara Est. Con Scafidi al momento dell'incidente c'era il collega Domenico Logreco, che è rimasto ferito. E' morto, invece, il conducente del furgone che li ha investiti mentre erano fermi a lato dell'autostrada tra le uscite di Biandrate e Vicolungo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo dice addio all'agente di polizia travolto in autostrada

PalermoToday è in caricamento