Cade dalla scala mentre lavora al cantiere di una scuola, operaio in prognosi riservata

Un lavoratore di 57 anni è stato ricoverato in gravi condizioni a Villa Sofia. L'episodio dentro il cantiere del futuro liceo coreutico Regina Margherita, in via dell'Arsenale. Sul posto polizia, 118 e personale dell'Ispettorato del lavoro

La polizia davanti all'istituto di via dell'Arsenale

Operaio cade giù da una scala e fa un volo di circa due metri. Un uomo di 57 anni è stato ricoverato nel primo pomeriggio di oggi a Villa Sofia dopo un incidente avvenuto nel cantiere aperto nei locali che ospiteranno il liceo coreutico Regina Margherita di via dell’Arsenale. Sul posto i sanitari del 118 e gli agenti di polizia, impegnati a ricostruire quanto accaduto insieme al personale dell’Ispettorato del lavoro.

Sull'asfalto, davanti al futuro liceo musicale e coreutico che condivide l'ingresso con l’istituto comprensivo Karol Wojtyla, ci sono ancora i guanti in lattice del personale sanitario che ha prestato le pure cure al 57enne N.A., di San Giuseppe Jato, potato in ospedale con una profonda ferita alla testa e un sospetto trauma cranico. Circostanze che solo gli ulteriori accertamenti potranno confermare o smentire.

Secondo le prime informazioni sembrerebbe che oggi non fosse previsto l’inizio dei lavori ma la ditta per cui lavora l’operaio - la Global Security International srl - avrebbe dovuto solamente portare l’attrezzatura necessaria per l’installazione di un radio allarme. Da chiarire quindi perché il 57enne si trovasse sulla scala, cosa abbia provocato la caduta e se avesse rispettato le prescrizioni delle norme sulla sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Un pentito: "Messina Denaro nascosto nella cantina di un palermitano in Veneto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento