rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Incidente / Termini Imerese

Lavori in una villetta a Termini Imerese, operaio di 57 anni muore folgorato

A perdere la vita Francesco Corso, di Misilmeri. Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe toccato un macchinario che sarebbe entrato accidentalmente in contatto con i fili dell’alta tensione. Sull'episodio indagano i carabinieri

Ancora una morte bianca a Termini Imerese. Un operaio di 57 anni, Francesco Corso, è morto folgorato questa mattina durante i lavori di costruzione di una villetta in contrada Bragone. Per l’uomo originario di Misilmeri (foto allegata), colpito da una potente scarica elettrica, non c’è stato nulla da fare. I sanitari del 118 hanno constatato il decesso prima dell’intervento del medico legale e del pm che ha chiesto di eseguire l’autopsia.

Francesco CorsoL’operaio si trovava nel cantiere insieme ad alcuni colleghi con i quali, secondo una prima ricostruzione, aveva da poco concluso dei lavori. L’uomo avrebbe toccato il braccio meccanico di un macchinario che accidentalmente sarebbe entrato in contatto con alcuni cavi dell’alta tensione. Un imprevisto che non gli ha lasciato scampo. Il cantiere è stato sottoposto a sequestro per accertamenti.

Sul posto sono intervenuti i militari del reparto territoriale di Termini che, sotto il coordinamento della Procura, hanno avviato le indagini per ascoltare gli altri operai e chiarire i contorni della vicenda. Il personale dell'Ispettorato del lavoro dovrà verificare la posizione del lavoratore e il rispetto delle norme di sicurezza da parte dell’impresa, una società con sede legale a Bolognetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori in una villetta a Termini Imerese, operaio di 57 anni muore folgorato

PalermoToday è in caricamento